Il sistema di allerta meteo - fase previsionale

Contenuto

allerta coi codici colore

A seguito dell’approvazione della Delibera Regionale n. 1057 del 5 ottobre 2015 e successivi aggiornamenti, la Regione Liguria ha introdotto dal 15 ottobre 2015, la classificazione delle allerte in base ai codici colori giallo - arancione - rosso.

Le allerte sono previsioni di eventi meteo per il rischio idrogeologico e nivologico.
La fase della previsione e la divulgazione degli stati di allerta da parte di Arpal/Regione Liguria (www.allertaliguria.gov.it), riguarderà, di volta in volta, una delle 3 allerte indicate secondo un livello crescente di rischio:

 

giallo

ALLERTA GIALLA: fenomeni significativi

Stai in guardia e informati

ALLERTA ARANCIONE: fenomeni intensi
Ricorda le norme di autoprotezione e tieniti pronto

ALLERTA ROSSA: fenomeni molto intensi
Metti in atto tutti i comportamenti previsti per le situazioni di rischio

 

La classificazione con l’utilizzo dei colori è basata su una percezione rapida e intuitiva del livello di pericolosità e allinea la Regione Liguria a un modello unico nazionale in fase di attuazione.
Per garantire a tutti l'accessibilità dell'informazione, il colore sarà sempre comunicato anche in forma testuale.

 

Approfondisci la conoscenza sui livelli dell'Allerta idrogeologica e nivologica e le conseguenze sul territorio>

 

E' importante sapere che:

  • il sistema di allerta tramite codici colore emesso da ARPAL/Regione Liguria, è una PREVISIONE. Precede l’evento e non può, quindi, tener conto di come l’evento si sviluppa
  • è sulla base della previsione che il COMUNE DI GENOVA attiva il SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE.  Tutti i cittadini contribuiscono al sistema innanzi tutto adottando le norme comportamentali di autoprotezione
  • in base al codice colore entrano in vigore tutte le misure di prevenzione previste dal Piano Comunale di Emergenza e vengono emanati altri eventuali provvedimenti tramite ordinanza
  • essere consapevoli di vivere o lavorare in zone a rischio può fare la differenza.
Allegati
Ultimo aggiornamento: 05/06/2019