Opere in parziale difformità da titoli edilizi rilasciati ante 1° settembre 1967

Contenuto

 

L'art. 48 della L.R. n. 16/08 consente, per opere eseguite in parziale difformità al titolo edilizio prima del 1° settembre 1967, di regolarizzare le stesse con l'invio di una comunicazione al Comune.
Si distinguono, pertanto due casi:

  1. nel caso in cui le difformità interessino opere accatastate all'epoca della loro esecuzione e munite di certificato abitabilità/agibilità (senza sanzione amministrativa)
  2. nel caso in cui le difformità siano prive  dell'accatastamento e non risultino dal certificato di abitabilità/agibilità (con sanzione amministrativa di € 516,00)

Qualora le opere in difformità di cui al punto 2 concretino variazioni di superfici fino a 10 mq.- fino a 20 mq. od oltre 20 mq. la legge prevede la corresponsione di diverse sanzioni amministrative a seconda dei casi sopracitati.

Per la presentazione della Comunicazione dovrà essere incaricato un professionista abilitato (ingegnere,architetto,geometra od altro professionista equipollente regolarmente abilitato ed iscritto ad un albo professionale) che dovrà predisporre un progetto corredato di un'istanza a firma del richiedente. Si informa, peraltro, che tutti i dati tecnici relativi alle diverse modalità di presentazione delle pratiche edilizie sono contenuti nella sotto indicata piattaforma informatica dello Sportello Unico dell'Edilizia, per accedere alla quale è necessario essere dotati di credenziali digitali (SPID) reperibili  attraverso il sito spid.gov.it/richiedi-spid.

Sportello Unico per l'edilizia

Per gli utenti non accreditati è disponibile al seguente link una versione dimostrativa utile per visionare i contenuti della domanda e dei relativi allegati.

Versione dimostrativa per utenti non accreditati

Ai sensi dell'ultimo comma dell'art. 48 della legge regionale n. 16/2008 è possibile richiedere apposita certificazione relativa alla presentazione della comunicazione.

La richiesta in bollo da redigersi secondo il modulo di domanda sotto riportato potrà essere consegnata all'Ufficio Front Office del SUE -  piano 12° del Matitone. 

Il pagamento della somma dovuta, pari ad Euro 61,50, dovrà essere effettuato attraverso il sistema PagoPA  accedendo al servizio on line presente al seguente link:
https://pagamenti.comune.genova.it/mip-portale/InitServizio.do?idServizio=PATAR
Con la nuova procedura è possibile calcolare in modo guidato l’importo da pagare, selezionando:

  • nel primo menu a tendina la voce “Servizi SUE” 
  • nel secondo menu a tendina la voce “Richiesta Certificazione art. 48 L.R. 16/2008”
  • indicare sempre nello spazio "Dati aggiuntivi" la frase "Certificazione art. 48 L.R. 16/2008" e l'indicazione della via e del numero civico della pratica edilizia di riferimento.

L’importo dovuto può essere pagato contestualmente on line tramite PagoPa con carta di credito, indipendentemente che la propria banca abbia aderito al nodo, o con bonifico, controllando invece che la propria banca abbia aderito al Nodo Nazionale dei Pagamenti e le condizioni d’uso,  oppure  creando e stampando l’“avviso di pagamento PagoPA”  e presentandolo presso tutti i punti di riscossione aderenti a PagoPa accreditati da Agid (Agenzia per l’Italia Digitale): quali tabaccai convenzionati  con Banca ITB o con Sisal, ATM e sportelli bancari, agenzie di pratiche auto convenzionate con paytipper.
Per ulteriori informazioni vedere la guida al servizio  (consultabile anche dal servizio stesso) contenente le indicazioni per l’utilizzo del servizio PagoPa.
La ricevuta del pagamento dovrà essere consegnata all'ufficio all'atto della presentazione della domanda di certificato.
N.B: Per problemi tecnici informatici del servizio contattare: helpservizionline@comune.genova.it

Allegati
Ultimo aggiornamento: 25/07/2019