Ambiente Provvedimenti ingiuntivi e ordinanze per inquinamento acustico

Contenuto

Predisposizione di controlli da effettuarsi a cura di un organo tecnico competente in acustica ambientale (Reparto Ambiente e Territorio della Polizia Municipale o A.R.P.A.L.), tesi all'accertamento di eventuali superamenti relativamente ai limiti assoluti e/o differenziali, imposti dalla vigente normativa.
Questi controlli si effettuano in ambiente abitativo o in ambiente esterno con una sessione di rilievi fonometrici.
I controlli possono essere attivati anche dal cittadino che, disturbato da un determinato inquinamento acustico, riferito ad attività produttive, commerciali o professionali, chiede che venga effettuata una verifica del rispetto dei limiti di rumorosità imposti dalle vigenti norme.

Come presentare l'esposto

L'esposto deve essere scritto, circostanziato sulla fonte di disturbo, con nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico del richiedente. (Mod AC 009 in allegato a fondo pagina).
L'esposto deve essere sottoscritto e indirizzato o consegnato alla Direzione Ambiene e Igiene - Ufficio Attività Rumorose Temporanee - via di Francia 1 -  15° piano.

Come effettuare il pagamento

Clicca qui per tutte le informazioni.

Leggi e regolamenti

  • D.P.C.M. 1/3/1991
  • legge 447/95 e relativi decreti attuativi
  • legge regionale 12/98

Tempi e iter

L'Ufficio Acustica trasmette l'esposto a uno degli organi tecnici competenti (Reparto Ambiente e Territorio della Polizia municipale o Agenzia Regionale per l'Ambiente della Liguria - ARPAL).
L'organo interpellato effettua rilievi fonometrici, applica le eventuali previste sanzioni amministrative e/o penali e trasmette gli esiti dei rilievi fonometrici all'Ufficio Acustica.
A fronte di un accertato supero dei limiti, verrà predisposto, dall'Ufficio, un provvedimento ingiuntivo a carico del responsabile del rumore.

Allegati
Ultimo aggiornamento: 29/11/2018