Ambiente Trasmissione dei rapporti al Catasto Regionale

Contenuto


La Regione Liguria ha istituito il Catasto regionale degli Impianti Termici contenente le schede identificative degli impianti accatastati, i relativi rapporti di controllo di efficienza energetica e i verbali delle ispezioni eseguite dall’Autorità competente.

Di seguito, riportiamo le informazioni per l’assistenza ed il link diretto alla pagina dedicata a CAITEL.

 

·CONTATTI ASSISTENZA CAITEL

Per ricevere informazioni ed assistenza tecnica sul Catasto degli impianti termici della Regione Liguria è possibile contattare l'assistenza telefonica al numero 010.57.17.65.00 dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 12:30.
I manutentori accreditati al CAITEL possono inviare richieste e segnalazioni tramite il Servizio Ticketing raggiungibile dalla pagina https://servizi.regione.liguria.it/page/welcome/CAITEL cliccando su ISTANZE E COMUNICAZIONI alla voce "Assistenza per le ditte".


I rapporti di controllo di efficienza energetica, firmati digitalmente dagli operatori incaricati del controllo, devono essere trasmessi al Catasto, per via telematica, entro la fine del secondo mese successivo alla data di esecuzione del controllo, indicata sul rapporto. All’atto dell’inoltro del documento alla banca dati, al manutentore viene richiesto il versamento del contributo specificato nella tabella B (Contributi per fasce di potenza), pagabile esclusivamente on-line, tramite carta di credito, nel sistema del Catasto. Il pagamento di tale somma è condizione necessaria per la trasmissione del rapporto e la validità effettiva del documento decorre a partire dalla data di esecuzione del controllo di efficienza energetica, riportata sul rapporto stesso. La trasmissione del rapporto si considera completata a seguito della protocollazione da parte di Regione Liguria, che rende disponibile sul Catasto la ricevuta di protocollazione.

Qualora il manutentore trasmetta al Catasto un rapporto di controllo di efficienza energetica in cui il rendimento di combustione è inferiore al minimo di legge, o nel caso venga riscontrata una anomalia tale da rendere l’impianto non sicuro all’utilizzo, la trasmissione avverrà senza il pagamento del contributo e l’impianto sarà oggetto di visita ispettiva da parte dell’Autorità competente, con addebito di oneri a carico dell’utente, secondo quanto riportato nella tabella D (tariffe ispezioni con addebito).

Ultimo aggiornamento: 01/12/2022