Tasse CONTRIBUTO TARI 2021 PER PENSIONATI E NUCLEI FAMILIARI

Contenuto

Il Comune di Genova ha stanziato un fondo per l’erogazione di un contributo mirato a sostenere le famiglie residenti in condizioni di difficoltà economica a causa del perdurare della pandemia da Covid-19.

  1. i nuclei familiari, iscritti nella banca dati TARI, che alla data di presentazione dell’istanza siano composti da un massimo di 2 componenti:
  • un pensionato da solo di età superiore a 70 anni (nucleo di 1 componente);
  • un pensionato di età superiore a 70 anni con un solo familiare coresidente a carico (nucleo di 2 componenti).
  1. i nuclei familiari, iscritti nella banca dati TARI, in cui alla data di presentazione dell’istanza siano presenti da 1 a 4 figli a carico coresidenti al di sotto dei 26 anni ed in cui almeno un componente, nell’arco degli anni 2020 e 2021, sia stato percettore di ammortizzatori sociali (a titolo esemplificativo: cassa integrazione COVID, ordinaria o straordinaria, NASPI).

 

Il contributo per i nuclei familiari di cui alla lettera a) è pari ad euro 50,00 e per i nuclei familiari di cui alla lettera b) è pari ad euro 100,00.

 

E’ consentita la partecipazione ad una sola tipologia di contributo.

Gli interessati dovranno compilare ed inoltrare l’istanza accedendo al Fascicolo del Cittadino, con le credenziali SPID o CIE, attraverso il seguente link:

 

fascicolodelcittadino.it

 

L’invio con altre modalità comporta l’esclusione automatica dell’istanza.

 

Dopo l’inserimento dei dati, gli interessati riceveranno una mail di conferma nella quale verrà indicato un codice identificativo univoco che consentirà di verificare la propria posizione in graduatoria al momento della pubblicazione della stessa.

 

Tutti i dati inseriti nell’istanza potranno essere visualizzati, in ogni momento, accedendo al Fascicolo del Cittadino.

 

Per eventuali chiarimenti è possibile inviare una mail utilizzando il Fascicolo del Cittadino cliccando sul pulsante Serve Aiuto.

Le istanze potranno essere presentate dalle ore 9:00 del 15 novembre 2021 fino alle ore 00:00 del 31 dicembre 2021.

Per aver accesso al contributo è necessario il possesso dei seguenti requisiti:

 

  • far parte di un nucleo residente nel Comune di Genova alla data di presentazione dell’istanza;
  • essere intestatario dell’utenza TARI relativa all’alloggio di residenza e pertinenze. Sono escluse istanze di contributo riferite a locali commerciali, ad abitazioni accatastate nelle categorie A1, A8 e A9, nonché a qualunque altro immobile diverso dall’abitazione di residenza e pertinenze;
  • essere in regola, alla data di presentazione dell’istanza, con il pagamento della TARI sino al 31.12.2019, se dovuto;
  • aver provveduto, alla data di presentazione dell’istanza, al pagamento dell’acconto TARI 2021, se dovuto;
  • essere in possesso di una certificazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità riferita a tutti i componenti del nucleo familiare non superiore ad euro 20.000,00 e rilasciata dagli Enti competenti, ai sensi del DPCM n. 159 del 5 dicembre 2013 e della circolare INPS n. 171 del 18 dicembre 2014. In caso di convivenza di più nuclei l’indicatore è dato dalla somma di tutti gli ISEE dei conviventi;
  • occupare un immobile di residenza non superiore a 100 m2, in base ai dati riportati sull’avviso di pagamento TARI.

Inoltre:

 

  • concorrono alla definizione del nucleo familiare tutti i soggetti residenti presso l’indirizzo, indipendentemente dall’appartenenza, in base al registro anagrafico, ad un diverso nucleo familiare;
  • l’istanza deve essere presentata dal componente del nucleo familiare intestatario dell’utenza TARI;
  • il richiedente non deve fruire dell’agevolazione prevista dall’art. 21 del Regolamento TARI a favore di soggetti in grave disagio economico.

Verranno predisposte due graduatorie separate per le due tipologie di beneficiari: a) pensionati over 70, soli o con un familiare a carico e b) nuclei familiari fino a quattro figli under 26 a carico.

 

I beneficiari saranno inseriti in apposite graduatorie formulate in base all’ordine dei valori ISEE dichiarati nell’istanza di accesso e la concessione dei contributi avverrà scorrendo la graduatoria a partire dal valore ISEE più basso, riconoscendo il contributo previsto fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

 

A parità di ISEE, vengono considerati i seguenti criteri di priorità:

 

  • per i beneficiari di cui alla lettera a) anzianità alla data di presentazione dell’istanza;
  • per i beneficiari di cui alla lettera b) maggiore numero di figli a carico e, a parità, minor numero di m2 occupati alla data di presentazione dell’istanza.

Il fondo disponibile sarà ripartito, tra i richiedenti in possesso di tutti i requisiti di accesso al contributo, per un terzo tra i beneficiari di cui alla lettera a) e per due terzi tra quelli di cui alla lettera b). Nel caso non venissero utilizzate tutte le risorse in una delle due graduatorie i fondi residui saranno utilizzati per la saturazione dell’altra graduatoria.

 

Le graduatorie verranno pubblicate successivamente alla scadenza del bando sul sito istituzionale del Comune di Genova:

 

http://www.comune.genova.it/content/gare-dappalto-e-bandi-di-gara

 

I beneficiari verranno individuati non per via nominativa, ma attraverso l’indicazione del codice identificativo univoco, attribuito dal Fascicolo del Cittadino a seguito dell’inserimento dell’istanza.

 

A fronte della pubblicazione delle graduatorie, il richiedente escluso può inoltrare richiesta scritta di chiarimenti al Comune di Genova entro 30 giorni dalla data di pubblicazione, tramite raccomandata indirizzata a: Direzione Politiche delle Entrate, Via Cantore, 3 - Genova, oppure via PEC al seguente indirizzo: comunegenova@postemailcertificata.it, indicando nell’oggetto il codice identificativo univoco assegnato all’istanza, come di seguito indicato: “chiarimenti esclusione contributo - codice identificativo univoco n. …..”

Le istanze accolte ed inserite nelle graduatorie pubblicate, danno diritto all’erogazione del contributo richiesto con le modalità indicate nelle istanze stesse (ritiro in tesoreria o accredito bancario).

Tutte le istanze ammesse alla misura potranno essere oggetto di esame, controlli e accertamenti anche su banche dati telematiche per verificarne la rispondenza ai requisiti richiesti, anche successivamente alla concessione del contributo.

 

In caso di dichiarazioni mendaci, oltre alle sanzioni previste dal D.P.R. 445/2000, il dichiarante è escluso dalla graduatoria o, nel caso di avvenuta erogazione del contributo, è tenuto alla restituzione dell’importo.

Il trattamento e la protezione dei dati personali avverrà nel rispetto del GDPR - Regolamento UE 2016/679. Titolare del trattamento dei dati personali è il COMUNE DI GENOVA, legale rappresentante il Sindaco pro-tempore, con sede in Via GARIBALDI n.9, Genova 16124, e-mail: urpgenova@comune.genova.it; PEC: comunegenova@postemailcertificata.it

 

L’Ufficio del Responsabile della Protezione dei dati personali per il Comune di Genova (DPO) è ubicato in Via Garibaldi n.9, Genova 16124, e-mail: DPO@comune.genova.it, PEC: DPO.comge@postecert.it; Telefono: 010-5572665.

 

Il Titolare tratterà i dati personali raccolti con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, alle condizioni stabilite dal Regolamento (UE) 2016/679 (RGPD).

 

Nella fattispecie vengono raccolti dati anagrafici, reddituali, stato dei pagamenti, IBAN, dati immobiliari. I dati saranno trattati esclusivamente per le finalità di cui sopra dal personale del Comune di Genova. I dati non saranno comunicati a terzi né diffusi, se non nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale o dell’Unione europea.

 

I dati saranno trattati per tutto il tempo necessario alla definizione di quanto richiesto dall’utente o quanto previsto dalla procedura e saranno successivamente conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

 

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento: accesso ai dati personali, rettifica, cancellazione, limitazione, opposizione al trattamento e diritto alla portabilità dei dati. L’apposita istanza al Titolare del trattamento dei dati personali è presentata tramite il Responsabile della protezione dei dati presso il Comune di Genova (DPO) i cui contatti sono indicati in apertura della presente informativa. Gli interessati, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante quale autorità di controllo secondo le procedure previste ed indicate sul sito del Garante per la tutela dei dati personali (https://www.garanteprivacy.it ).

Embedded thumbnail
Ultimo aggiornamento: 24/11/2021