Servizi per persone con disabilità

Contenuto

Servizi

Si tratta di centri, gestiti da associazioni di volontariato dedicati all’accoglienza diurna di soggetti adulti portatori di handicap lievi.

Le attività sono mirate a rafforzare la sfera relazionale, educativa ed espressiva con laboratorio musicale, teatrale, manuale e organizzazione di altre attività esterne alle strutture (gite, sport, spettacoli e altro) per:

  • facilitare le persone con disabilità nella gestione del tempo libero, favorendo l’integrazione con altre realtà presenti sul territorio
  • sostenere acquisizione e sviluppo dell’autonomia attraverso percorsi di socializzazione
  • realizzare attività per lo sviluppo o recupero delle abilità sociali
  • rafforzare la sfera relazionale/espressiva
  • coinvolgere dove possibile le famiglie per promuovere forme di auto mutuo aiuto

Queste attività sono svolte prevalemtemente  in piccoli gruppi attraverso la collaborazione di volontari.

Quando la permanenza presso il proprio domicilio diventa problematica, oppure qualora si manifesti il desiderio di autonomia rispetto alla famiglia di origine, la persona con disabilità può essere ospitata presso strutture abitative gestite da associazioni in rapporto di collaborazione con il Comune.
Il servizio offerto è di tipo residenziale, temporaneo o definitivo in relazione alle necessità.

L’utilizzo della risorsa è subordinato a progetti individualizzati a cura dell’Ambito Territoriale Sociale in collaborazione con Asl3 Genovese.

Il servizio offerto è oggetto di valutazione sociale e/o sanitaria, pertanto è necessario fissare un appuntamento per un colloquio personale (Segretariato Sociale) presso gli Ambiti Territoriali Sociali (ATS)

Mobility Bus è un servizio di trasporto pubblico collettivo finalizzato alle attività del tempo libero di persone con disabilità motoria residenti nel Comune di Genova.

Amt mette a disposizione un centro prenotazioni-call center, gli autisti e le autovetture. Sito AMT

 

A partire dal giorno 15 giugno 2020 verrà riattivato il servizio di Mobility Bus sospeso in precedenza a causa dell’emergenza Covid-19.

L’erogazione del servizio avverrà secondo la regolare procedura, che resta invariata, mentre la capacità di trasporto dei singoli mezzi sarà ridotta, per poter garantire il rispetto delle norme di distanziamento, ad un massimo di 4 persone per vettura inclusi gli eventuali accompagnatori (per esempio: 4 persone con disabilità o 2 persone con disabilità e 2 accompagnatori).

 

L’autorizzazione ad usufruire del servizio di trasporto con il Mobility Bus viene rilasciata da:
Direzione Politiche Sociali
via di Francia,3  Matitone 6° piano sala 9.

Per informazioni 0105577491

Per richiedere l’autorizzazione occorre presentare una domanda in carta libera contenente:

dati anagrafici completi;

numero di telefono;

indicazione dell’ausilio utilizzato (carrozzina e tipologia, bastone, girello, etc…)
Alla richiesta deve essere allegato:

un certificato medico, redatto dal medico di medicina generale o dal medico specialista di Asl3, attestante l’impossibilità di usare gli ordinari mezzi di trasporto pubblico locale

copia della certificazione di handicap ai sensi della legge 5 febbraio 1992 n. 104.


In alternativa è possibile inviare la predetta documentazione in formato digitale (scannerizzata) all’indirizzo di posta elettronica socialeconvenzioni@comune.genova.it, ovvero per posta ordinaria, allegando copia di documento di identità valido.
Il certificato medico originale andrà comunque inviato via posta o consegnato a mano.
Questo tipo di trasporto non può essere autorizzato per riabilitazione, lavoro, frequenza scolastica, visite mediche o attività didattiche.

     

     

     

    ,

    Pagina in aggiornamento

    Negli anni precedenti, è stato un servizio rivolto a persone con disabilità, organizzato dal Comune in collaborazione con la Asl3 Genovese e in convenzione con cooperative sociali, presso strutture idonee in località marine e/o montane.
    Ne hanno potuto usufruire persone con disabilità tra i 18 e i 64 anni di età, in possesso di certificazione di handicap (legge 5 febbraio 1992 n.104 Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità).


    Il regolamento è in corso di aggiornamento per il 2020

     

    Per maggiori informazioni rivolgersi agli Ambiti Territoriali Sociali 

    Ultimo aggiornamento: 24/07/2020