Tasse Affissioni: Dove e Come

Contenuto

Le istanze, le comunicazioni, le richieste di affissione o di informazioni relative all'Ufficio Affissioni vanno inviate a:

 

Direzione Politiche delle Entrate
Ufficio  Affissioni
Via Cantore 3 - decimo piano
tel. 010 557/ 5307 – 5407  - 5497 - 5410 – 5411 - 5408
fax 010 5575400
e-mail: affissioni@comune.genova.it

pec: comunegenova@postemailcertificata.it

 

DOMANDA DI AFFISSIONE:

La richiesta di affissione, presentata con le modalità stabilite dall’ufficio, deve essere effettuata utilizzando l'apposito modulo, deve essere corredata dalla documentazione prevista a seconda delle diverse casistiche di affissione e, sempre, dalla prova documentale dell’avvenuto pagamento del diritto di affissione, se dovuto, da copia del documento di identità del richiedente e dalla bozza del manifesto. La domanda di affissione deve essere presentata almeno 3 giorni lavorativi antecedenti al giorno richiesto per l’esposizione e non prima dei tre mesi a far data dall’inizio della prevista affissione. I manifesti devono essere consegnati non oltre il terzo giorno lavorativo precedente a quello previsto per l’affissione e vengono affissi dopo l’apposizione del timbro datario a cura del Servizio. La mancata consegna del materiale nel predetto termine verrà considerata rinuncia all’affissione con l’obbligo di corrispondere in ogni caso la metà del diritto dovuto. La richiesta di affissione nelle date prescelte si perfeziona e verrà eseguita solo a seguito del ricevimento da parte dell’ufficio della modulistica completa di tutta la documentazione prescritta e della documentazione attestante l’avvenuto pagamento del diritto.

 

PAGAMENTO

Il pagamento dei diritti sulle pubbliche affissioni deve essere effettuato  con le seguenti modalità:

  1. a mezzo di versamento su c/c/p n. 23099161 intestato a “Comune di Genova – Direzione Politiche delle Entrate - Ufficio Affissioni”;
  2. a mezzo bonifico codice IBAN IT07I0760101400000023099161

 

ANNULLAMENTO

In caso di richiesta di annullamento da parte del committente a quest’ultimo verrà rimborsato il 50% del diritto già versato.

 

Ultimo aggiornamento: 23/04/2020