Allerta GIALLA idrogeologica per piogge diffuse e temporali dalle ore 04,00 alle ore 15,00 di martedì 23 aprile

Il Centro Funzionale Meteo Idrologico di Protezione Civile della Regione Liguria ha emesso lo stato di allerta GIALLA per piogge diffuse e temporali sul territorio del Comune di Genova dalle ore 04,00 alle ore 15,00 di martedì 23 aprile.

Tutte le ordinanze e le norme di autoprotezione sono disponibili all'indirizzo: www.comune.genova.it/servizi/protezionecivile

LE DISPOSIZIONI DEL COC (Centro Operativo Comunale)

 

 

Minori, giovani e famiglie

Contenuto

Il Comune di Genova, a favore di famiglie e bambini e ragazzi in situazione di fragilità famigliare e/o personale, ha attivato un sistema territoriale (uno per Municipio) di servizi e interventi socio-educativi diurni, denominato Centro Servizi per la famiglia (CSF), che offre:
 
Servizi di sostegno alla famiglia
con accesso su invio dei servizi sociali comunali, rispondenti ai bisogni di protezione e tutela di minori in condizioni di grave disagio e di rischio di devianza, attraverso il potenziamento delle competenze educative presenti all’interno dei nuclei familiari. Gli interventi si articolano in:
  • Area Famiglia: interventi di educativa familiare specializzata (anche domiciliare) sia rivolta ai genitori sia ai figli, per accompagnare e supportare la relazione genitori e figli, aiutare e accompagnare i genitori nella cura ed educazione dei figli e sostenere la crescita di bambini e ragazzi che vivono in situazioni familiari di particolare disagio – in quest’area sono ricompresi anche gli incontri protetti;
  • Centri Socio-Educativi Diurni: luoghi di accoglienza rivolti a minorenni d’età tra i 6 e i 18   anni, che si trovano in situazioni di rischio evolutivo e che necessitano d’interventi di sostegno e prevenzione, sostegno all’autonomia, alla socializzazione, integrazione e sostegno al percorso scolastico e formativo.

Servizi territoriali a prevalente accesso libero che svolgono attività ludiche, di animazione e socializzazione, di promozione alla vita del territorio e differenziate in base alle sue caratteristiche.  Prevedono il coinvolgimento del tessuto sociale di riferimento, lo sviluppo delle reti di auto-mutuo aiuto, l’accompagnamento scolastico, la collaborazione con gli altri soggetti, enti e servizi presenti. Rispondono al bisogno delle famiglie e dei minori di farsi sostenere all’interno del proprio contesto di frequentazioni e conoscenze nei loro naturali contesti di vita:

  • Centri di Aggregazione;
  • Educativa Territoriale e di strada.
Come accedere
Gli interventi dell’Area Famiglia (educativa famigliare, incontri protetti) e l’accesso ai Centri Socio-Educativi Diurni sono su invio dei Servizi Sociali Territoriali (Ambito Territoriale Sociale e Ufficio Cittadini senza Territorio), mentre Centri di Aggregazione e Educativa Territoriale e di strada sono servizi a prevalente accesso libero (anche si vi possono essere  invii da parte dei Servizi Sociali Territoriali)

Destinatari
Famiglie, bambini e ragazzi del territorio genovese e municipale

Normativa e atti di riferimento
Legge Nazionale n. 285/97
Legge Nazionale n. 328/2000
Legge Regionale n. 12/2006
Legge Regionale n. 6/2009
Deliberazione G.R. n. 535/2015
Deliberazione G.C. n. 165 del 10/7/2015 “Linee guida per i servizi socioeducativi diurni per minori”
Determinazione Dirigenziale n. 81/2015

Soggetti coinvolti
Direzione Politiche Sociali, I Municipi, i Servizi Sociali Territoriali (Ambiti Territoriali Sociali e Ufficio Cittadini senza Territorio), Terzo Settore-Associazioni e Cooperative Sociali

Guarda il video del seminario "Ricomincio da 3"

Alloggi destinati a giovani, di norma 18-21 enni, che necessitano di un supporto per il raggiungimento dell’autonomia.
Gli alloggi, sino ad un massimo di 6 posti ciascuno, sono gestiti da cooperative e sono accreditati con il Comune di Genova.
Gli ospiti devono essere in carico ai servizi sociali pubblici che pagano una retta giornaliera per l’inserimento dei giovani.
Agli ospiti sono garantiti:
• un sostegno educativo di almeno 10 ore settimanali;
• un servizio di reperibilità 24 ore su 24;
• un progetto educativo individuale volto al raggiungimento di un sufficiente livello di autonomia personale, alloggiativa e lavorativa.
Per chiedere l’inserimento di un giovane il servizio contatta direttamente la cooperativa che gestisce l’alloggio.
L'elenco seguente riporta:
il nome dell'alloggio, il numero di posti disponibili e il genere ospitabile, il referente dell'alloggio con e-mail e numero di telefono

Alloggio Protetto femminile per giovani CIRS
4 giovani donne
Noemi Caprile         lauroracoop@gmail.com  349/377141

Alloggio Protetto femminile per giovani La tenda
6 giovani donne
Floriana Lunardelli      lauroracoop@gmail.com 340/4028674

Alloggio Protetto
5 giovani uomini
Alloggio Protetto
4 giovani uomini
Alloggio Protetto
2 giovani uomini
Per i tre alloggi la referente è Ada Caldano  info@coopsse.it 335/1302730

Alloggio Protetto "Buon Pastore"
6 giovani donne
Garbarino Paola  3470667909
Schiavo Simonetta    3498084034   buonpastorege@gmail.com

Alloggio Protetto "Il Ponte"- Istituto San Domenico
6 giovani uomini e/o giovani donne
Cartosio Luciano     lcartosio@libero.it 349/5434033

Alloggio Protetto "Il Ponte"
6 giovani uomini
Arianna Pastorino  alloggioilponte@tiscali.it     347/5168791  370/1123498

Alloggio Protetto "La Vela"
3 giovani uomini
Alessandra Salata lavela@consorzioagora.it 340/3906536

Alloggio Protetto La Salle
3 giovani uomini
Cristina Schenone   cooplasalle@virgilio.it   crischenone@gmail.com 010/2512104

Per maggiori informazioni è possibile visionare il video nella pagina o contattare l'Unità Operativa Minori, Famiglia e Lotta alla Povertà della Direzione Politiche Sociali ai seguenti numeri: 010.5577215/77388

Ultimo aggiornamento: 20/03/2019

Valuta il sito