Il Geoportale del Comune di Genova tra sperimentazione e realtà

Contenuto

News del
22/06/2022
PUC

Presentato il Geoportale del Comune di Genova nel contesto della Conferenza nazionale ASITA 2022

Claudio Tosi

Nella mattinata di mercoledì 22 giugno l'Ufficio SIT del Comune di Genova ha presentato il Geoportale del territorio genovese nel contesto della Conferenza nazionale ASITA 2022.

Il Comune di Genova ha iniziato nel 1985 ad investire sullo sviluppo e sulla crescita delle infrastrutture di elaborazione geografica istituendo l'Ufficio SIT, che fra alterne vicende, passando per la prima elaborazione informatica di un Piano Regolatore Generale genovese negli anni '90, è arrivato alla messa in funzione del primo Geoportale  attorno all'anno 2000. Nel 2007 prese forma il primo esperimento di portale dei geoservizi, per arrivare quindi al 2016 in cui, grazie ad un progetto PON Metro, è stata ricostruita interamente la struttura informatica del Geoportale utilizzando programmi open source.

 

Alcune funzionalità importanti che erano state richieste alla ditta GeoSolutions, che ha vinto l'affidamento e ha realizzato il software Mapstore, erano la responsività, la semplicità e l'interrogabilità dei dati. Con responsività si intende la possibilità, oggi fondamentale, di consultare gli stessi dati da dispositivi diversi fra loro; l'interrogabilità dei dati messi a disposizione era riconosciuta come altra caretteristica irrinunciabile; i dati sono il cuore del Geoportale perché riconosciuti come bene comune, quindi vengono resi disponibili alla libera consultazione e acquisizione. L'apertura dei dati verso il grande pubblico che consulta la cartografia è quindi massima e tutto il materiale è consultabile e scaricabile, sia in formato geografico che i soli dati alfanumerici; fanno eccezione solo alcuni livelli contenenti dati riservati.

Con lo stesso fine, lo stesso materiale è in collegamento in forma libera e interoperabile con il Geoportale nazionale italiano, in modo da garantire l'unicità e garanzia della fonte come previsto dall'Agenzia per l'Italia digitale.

 

L'infrastruttura gestita da Ufficio SIT costituisce una contenitore tecnicamente sofisticato e in continua crescita capace di immagazzinare dati geografici anche molto diversi fra loro, quotidianamente utilizzati dai diversi uffici dell'Amministrazione comunale.

Tutte le Direzioni comunali sono coivolte nel sistema di costruzione e gestione del dato geografico. Si parte ovviamente da settori come quello dell'Urbanistica, ma anche altre direzioni che possono sembrare meno direttamente legate alla geografia sono coinvolte. Per esempio la direzione del personale, che nel momento della pandemia ha dovuto pianificare lo smart working dei dipendenti comunali considerando la distanza delle abitazioni dal luogo di lavoro.

Gli operatori autorizzati ad interagire col sistema, attrezzati con specifici moduli di inserimento e modifica, garantiscono inoltre una garanzia di precisione del dato. L'operatore comunale, per poter svolgere il suo lavoro, ha necessità che il dato sia riutilizzabile dal suo ufficio e soprattutto ha le competenze per essere il principale certificatore della sua precisione.
Questa organizzazione permette al database di essere sempre aggiornato e validato.

Il Geoportale presenta la possibilità anche di consultare, sfruttando le potenzialità dei servizi WMS e WFS, permette di inserire i livelli cartografici in mappe esterne e di altri enti e, allo stesso modo, di inserire la cartografia di altri enti all'interno delle proprie mappe tematiche.

Un  esempio importante é quello della condivisione di informazioni con Regione Liguria, competente per le cartografie di pianificazione su base regionale, come da legislazione nazionale.

Grazie a questa struttura, è possibile condividere e acquisire dati senza duplicarli, avendo quindi la certezza di attingere alle fonti originali e certificate.
 

Il Geoportale ha la possibilità di raccogliere mappe tematiche, che raggruppano livelli di dati geografici analoghi o complementari per la costruzione di insiemi di informazioni che risultano così completi. Sono disponibili anche Dashboard, cioè insieme di mappe e grafici statistici che forniscono informazioni dinamiche sul territorio. E questi elementi, insieme inoltre alle Geostory, cioè narrazioni e spiegazioni corredate di mappe immagini e grafici statistici, costituiscono strumenti gestionali che stanno diventando fondamentali per la Pubblica Amministrazione.

 

 

Ultimo aggiornamento: 12/07/2022