Giardini Edoardo Sanguineti, da oggi nel quartiere di Marassi

Contenuto

Articolo del
31/03/2021

Questa mattina la cerimonia di intitolazione con la figlia Giulia Sanguineti, l'assessore Grosso e il presidente Ferrante

Silvia Stefani

Uno spazio dedicato a Edoardo Sanguineti “poeta uomo di cultura”, come riporta la targa scoperta questa mattina da sua figlia Giulia durante la cerimonia di intitolazione organizzata dal Municipio Bassa Valbisagno, con la presenza dell’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso e del presidente del Municipio Massimo Ferrante. A portare il nome del professore/poeta sono i giardini pubblici in viale Bracelli, un'area riqualificata nel 2014 tra la biblioteca Podestà e la scuola elementare Fanciulli.

 

«Un momento importante, che valorizza la figura di un grande uomo protagonista della cultura del ‘900 e che, tra l’altro, corre in parallelo a un progetto di valorizzazione della donazione Sanguineti, sul quale stiamo lavorando insieme alla biblioteca universitaria per restituire alla città il patrimonio librario appartenuto a Sanguineti e donato dalla moglie al Comune di Genova» ha commentato l'assessore Barbara Grosso.

 

«Siamo molto fieri di poter intitolare un giardino a Edoardo Sanguineti in un quartiere popolare come Marassi – ha spiegato il presidente Massimo Ferrante – Questo spazio inizialmente era una discarica, alcuni anni fa lo abbiamo recuperato alla fruizione pubblica e oggi lo abbiamo scelto perché ha un forte significato, dato che si trova tra diue poli culturali: una scuola e una biblioteca».

Ultimo aggiornamento: 31/03/2021