Allerta meteo arancione aggiornamento ore 03.00 del 15-10

La cella temporalesca che ha imperversato sul ponente comunale, si è separata in due nuclei distinti liberando provvidenzialmente le aree più stressate.

Nuova vita per il verde grazie alla collaborazione pubblico e privato

Contenuto

Circa 1000 metri quadrati di giardini e aiuole in piazza Leopardi e piazza Leonardo Da Vinci curati da una azienda privata in collaborazione con Aster senza costi per il Comune

michele luna

Giardini, alberi, panchine, recinzioni e giochi per bambini necessitano di cure che non sempre il Comune riesce ad assicurare. Per far fronte agli interventi di ordinaria manutenzione il Comune ha deciso di affidare parte del decoro del verde a privati riuniti in gruppi di volontari.

 

A rispondere all’appello dell’Amministrazione IGN Consorzio Stabile, una società consortile che riunisce imprenditori e cooperatori del settore global service e del facility management, che ha scelto di adottare a titolo gratuito le aree verdi di piazza Leopardi e piazza Leonardo Da Vinci.

 

Alla cerimonia di “affidamento” delle aree verdi erano presenti il sindaco Marco Bucci e l'assessore all'ambiente Matteo Campora.

 

"E' una bellissima esperienza che vogliamo rilanciare in tutta la città” - ha detto il sindaco Bucci. “Grazie alla collaborazione di volontari, che si sono impegnati a curare e tenere in ordine queste due piazze, Genova si rilancia con una immagine più bella, guadagnando in accoglienza e vivibilità. Penso a molte altre zone della città, soprattutto nei quartieri più complicati, con porzioni di verde maggiori. Queste iniziative ci permettono di rendere ancora più bella e accogliente Genova".

 

L'accordo con il comune ha prodotto la bonifica di circa 1000 metri quadrati e conseguenti interventi di pulizia, sfalcio, rasatura delle superfici a prato e la potatura dei cespugli presenti, il diserbo, la spollonatura anche delle sotto alberature presenti in piazza Leopardi, compresa la bonifica dell'area verde posta di fronte al civico 16, accanto alla strada che conduce verso Villa Serena.

 

“Questa adozione di spazi verdi della città da parte di un soggetto privato - ha detto l’assessore all’ambiente Matteo Campora - è una delle più grandi avventure sino a oggi, che testimoniano quanto sia importante la sinergia pubblico privato. L'auspicio è che questo esempio sia da traino a molte altre iniziative. E' doveroso ringraziare IGN per il gesto generoso e per la preziosa collaborazione".

 

Mentre la potatura delle alberature resta a carico di Aster, si segnala anche che sono stati ripristinati gli impianti di irrigazione fino ad oggi in disuso in entrambe le piazze. IGN inoltre ha inoltrato per un’ulteriore donazione, di un'area giochi da installare in piazza Leopardi, laddove è nata l’idea di intervenire, grazie all'impulso anche dell'associazione Occupy Albaro.

 

"Questa adozione - ha detto Riccardo Cappello, amministratore delegato di IGN Consorzio Stabile - è il contributo che la nostra azienda vuole offrire al quartiere con la viva convinzione che possa essere l'inizio di altre e più ampie collaborazioni tra Comuni e privati, binomio oggi imprescindibile pe ril miglioramento del decoro urbano della nostra città".

 

Il municipio Medio Levante mette a disposizione di questi e altri volontari il proprio tecnico agronomo.

 

Alla fine dell'incontro è stata sperimentata un'idea originale adatta alla circostanza. I comunicati stampa, pubblicati su green newspaper, avevano la caratteristica di contenente piccoli semi vegetali. Si tratta di fogli di carta, con tutte le funzioni e le caratteristiche della carta “normale”, ma che possono poi essere interrati e innaffiati. Dopo pochi giorni si può già vedere spuntare i primi germogli e poi sbocciare piccoli fiori.

 

Ultimo aggiornamento: 11/09/2019