Nuovi semafori "intelligenti" a Genova

Contenuto


Entro i primi mesi del 2020 saranno 7 gli incroci stradali di Genova monitorati dai nuovi semafori ‘intelligenti’ dotati di telecamere attive 7 giorni su 7, 24 ore al giorno

Claudia Lupi

Attualmente sono attivi quelli degli incroci di corso Europa con via Timavo, alla Foce corso Torino nel tratto che interseca via Tolemaide e via Tomaso Invrea.

 

La giunta comunale con l’assessorato alla sicurezza e alla polizia locale ha individuato, per il nuovo anno, altre arterie cittadine particolarmente ‘complesse’ dove installare i semafori T-RED come: via Cantore con via san Bartolomeo del Fossato a Sampierdarena, viale Brigate Partigiane con corso Aurelio Saffi alla Foce, a cui si aggiunge nel quartiere d’Albaro l’incrocio tra via Angelo Orsini, via Felice Cavallotti e via Caprera e per finire, tra san Fruttuoso e Albaro, nel punto dove corso Aldo Gastaldi incontra via Anton Giulio Barrili e via Filippo Corridoni.

 

Il monitoraggio viene effettuato dal personale del Centro Operativo Autostradale (C.O.A.) della polizia locale genovese e avviene sugli incroci ritenuti più pericolosi e interessati, nel tempo, da un numero elevato di incidenti stradali. Le telecamere sono, ovviamente, in grado di multare da remoto gli automobilisti e i motociclisti indisciplinati ma la presenza del personale permette di comunque di valutare le situazioni in modo obiettivo tenendo conto anche dei flussi veicolari e dell’andamento del traffico.

 

Spiega Stefano Garassino assessore alla sicurezza e Polizia Locale: «Rispetto ai dati dei primi mesi dell’utilizzo dei T-RED nel mese di novembre le infrazioni sono drasticamente diminuite questo ci fa piacere perché le persone stanno più attente a rispettare la segnaletica, che è una cosa fondamentale per evitare gli incidenti».

Ultimo aggiornamento: 16/01/2020