The Ocean Race Europe in arrivo a Genova

Contenuto

Articolo del
07/06/2021

Dal 16 al 20 giugno al Porto Antico sarà festa per tutti all'insegna della vela, della sostenibilità ambientale e della cultura

Claudio Critelli

La prima edizione di The Ocean Race Europe terminerà il suo percorso a Genova e, da mercoledì 16 a domenica 20 giugno, nell’area del Porto Antico saranno giorni di festa all’insegna dello sport, della cultura, del turismo e della sostenibilità ambientale tra intrattenimento e attività educative. Le barche della flotta saranno ormeggiate nei pressi della Biosfera.

 

La manifestazione sportiva e i numerosi eventi collaterali - che, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, coinvolgeranno non solo gli appassionati della vela ma tutta la cittadinanza e i turisti - sono stati presentati questa mattina nella sede del Blue District con una conferenza stampa coordinata da Paolo Verri, executive director di Genova The Grand Finale 2022-23. Il 16 giugno si terrà un importante appuntamento: in collegamento tra Genova, Alicante e Bruxelles la conferenza Ocean Race Summits con la partecipazione in streaming anche di Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea, e del ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani; tema dell'incontro sarà stimolare la creazione di nuove e migliori politiche per affrontare i problemi più urgenti che affliggono il mare. Al Porto Antico il villaggio d’arrivo aprirà il 17 giugno alle ore 17, su una superficie di ventimila metri quadrati vi saranno allestiti il villaggio regata, uno spazio educational e una sail academy con un’area inclusive per i disabili. La Lanterna la notte del 18 giugno sarà illuminata con i colori della bandiera di Genova e la successiva con quelli dell’Europa. A rendere ulteriore onore alla manifestazione sarà la presenza della nave Vespucci.

 

Partita dalla francese Lorient lo scorso 29 maggio, con tappe intermedie a Cascais in Portogallo e Alicante in Spagna, The Ocean Race Europe mette in competizione due classi di barche super tecnologiche: i monotipi VO65 e gli innovativi IMOCA 60 foiling. Durante l’evento saranno disputate anche due regate costiere, l’ultima proprio sul mare genovese, che assegneranno punti bonus ai primi tre classificati. Ogni tappa offshore durerà circa tre/quattro giorni, a seconda della distanza e delle condizioni meteo, le regate costiere dalle tre alle cinque ore. Genova ha quindi un’altra occasione per rinnovare la sua immensa tradizione marinara e sportiva in attesa di The Ocean Race Grand Finale 2022-23, il giro del mondo a vela oceanica di cui sarà sede conclusiva della cinquantesima edizione divenendo capitale assoluta di questo sport.

 

The Ocean Race Europe è anche l'occasione per dare il via a un programma di sostenibilità, con iniziative di educazione per i più giovani, raccolta di dati scientifici a bordo di alcune barche e tavole rotonde sui temi sociali e ambientali con l’obiettivo di trovare soluzioni per la salute degli oceani e la mitigazione del cambiamento climatico. Gli equipaggi sono stati invitati a partecipare al premio The Ocean Race Guardians che premierà  i migliori comportamenti in tema sostenibilità e che sarà assegnato il 19 giugno a Genova in occasione della cerimonia di premiazione generale.

 

Tutta la competizione può essere seguita sui siti www.theoceanrace.com e www.theoceanracegenova.com oltre che sui canali  canali Facebook, Twitter, YouTube e Instagram di The Ocean Race Genova.

 

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha espresso tutta la sua soddisfazione: «Siamo orgogliosi di poter ospitare la prima edizione di The Ocean Race Europe, che sarà il grande evento della vela oceanica nel 2021. Genova avrà un posto centrale sul palcoscenico mondiale e potrà celebrare le sue tradizioni e ambizioni, oltre a candidarsi ulteriormente per un futuro di eventi internazionali. La nostra città punta a muoversi sempre più su questo piano globale. Sarà anche un momento importante per tutti i genovesi che potranno, finalmente, tornare a vivere i grandi eventi dal vivo e in presenza. La grande vela è in arrivo e Genova è pronta ad accoglierla. Buon vento a tutti!».

 

Alla conferenza ha partecipato anche Evelina Christillin, presidente del comitato organizzatore di Genova The Grand Finale 2022-23, che ha sottolineato come i grandi eventi sportivi siano non solo un polo di attrazione, ma anche generatori di crescita e di eredità per le città che li ospitano. «Per esperienza personale, dopo le Olimpiadi di Torino 2006, la candidatura di Milano-Cortina per quelle del 2026 e le molte presenze nelle maggiori manifestazioni calcistiche a livello mondiale, so quanto siano importanti i grandi eventi sportivi per i territori che li ospitano. Le capacità organizzative, la visibilità internazionale, il senso di orgoglio e appartenenza, lasciano una legacy concreta e morale che consente sviluppo, credibilità e rispetto prospettico a lungo termine. Genova e la Liguria hanno quindi un’occasione unica per declinare il proprio valore attraverso i cinque continenti in cui si poseranno le vele sostenibili di The Ocean Race».

 

Un appassionato messaggio è quello del presidente di The Ocean Race, Richard Brisius: «Stiamo per arrivare con The Ocean Race Europe a Genova in Liguria, in Italia e non posso pensare a un finale migliore perché questa è la mia seconda patria. La regata è in corso, la lotta è molto serrata e davvero non sappiamo chi sarà vincitore a Genova. La nostra idea è quella di creare un evento per gli atleti, e questi sono fra i migliori del mondo, ma anche un evento che tenga unita l’Europa. In questo tempo è molto importante lavorare insieme e l’Europa è una piattaforma e un’opportunità per creare un futuro migliore. Spero di poter festeggiare l’arrivo delle barche, e che tutti visitino il Porto Antico per vedere queste barche eccezionali. The Ocean Race Europe sarà una festa a Genova, ma anche un momento per pensare allo scorso anno, che è stato duro per molti e per pensare a un futuro più sostenibile. Non vedo l’ora di essere lì con voi!».

 

«Genova si conferma capitale del Mediterraneo in virtù di un rapporto unico e viscerale con il mare, vera e propria anima della città e di tutta la Liguria - ha aggiuto il presidente della Regione Liguria GIovanni Toti -. Siamo orgogliosi di ospitare un evento di questa importanza e di questa portata, che non solo coincide con la ripartenza della Liguria, ma la sostiene. La nostra regione è sempre più capitale della vela a livello internazionale: in programma, sempre a giugno, avremo la 68ª edizione della Giraglia Rolex Cup a Sanremo, e a luglio la “420 World Championship” a Santo Stefano al Mare. Si tratta di manifestazioni di importanza mondiale che contribuiscono a portare il nome della Liguria in giro per il mondo, e a fare sempre di più della nostra terra ‘il posto dove stare, il posto giusto».

 

Ultimo aggiornamento: 07/06/2021