Consiglio comunale del 14 settembre

Contenuto

Articolo del
14/09/2021

Genova avrà un via o una piazza intitolata a Gino Strada, il fondatore di Emergency, scomparso lo scorso 13 agosto

Tiziana Lanuti, Michele Luna

Alle ore 14 il consiglio comunale del 14 settembre si apre con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata:

 

Il consigliere Claudio Villa (Pd) segnala che i motori accesi giorno e notte dei bus 351 e 353 al capolinea in via Monticelli causano forti inconvenienti ai residenti. Chiede un intervento dell’Amministrazione per mettere fine a questo disagio.

Risponde l’assessore Matteo Campora:” Ho chiesto ad Amt di intervenire. Si tratta di una violazione perpetrata da parte degli autisti che conducono il mezzo. In questi casi il Codice della strada prevede l’obbligo di spegnere i motori. Obbligo previsto anche dalla nostra ordinanza per contrastare l’inquinamento atmosferico. Per contrastare questo fenomeno Amt emanerà un apposito ordine di servizio e controllerà l’osservanza della disposizione di spegnere i motori al capolinea di via Monticelli”. 

 

Valeriano Vacalebre (FdI) chiede quando verrà ripulita Torre Gropallo a Nervi. 

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “Si tratta di un fatto grave e mi risulta che gli autori di questo atto vandalico siano stati individuati dalle Forze dell’ordine. Valuteremo sicuramente delle iniziative risarcitorie nei confronti di questi individui. Abbiamo valutato le modalità dell’intervento di pulizia, non banale dal punto di vista tecnico. Abbiamo dovuto sviluppare un piccolo progetto presentato alla Soprintendenza che proprio la scorsa settimana ha dato il via libera. Domani mattina inizieranno i lavori che dureranno una settimana. Da una prima stima il costo ammonta a 30/40.000 euro che ci riserveremo di chiedere ai responsabili di questo scempio”.

 

In prossimità delle piogge d’autunno la pulizia dei rivi è al primo posto nelle preoccupazioni dei cittadini. Se ne fa carico il consigliere Enrico Pignone (Lista Crivello) che domanda all’Amministrazione quando verranno puliti i rivi cittadini con particolare riferimento a quelli del Ponente. In questo contesto si domanda anche quali siano gli strumenti in mano al Comune di Genova per richiamare i frontisti all’osservanza dei loro obblighi.

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “Per quanto riguarda la pulizia dei rivi esiste il piano annuale di intervento che riguarda 74 corsi d’acqua principali, più tutti i loro affluenti. Ogni alveo viene monitorato, valutato e inserito in un ordine di priorità. Su questi rivi si interviene con azioni di pulizia secondo cadenze che le farò pervenire. Insieme a questi ripristini ordinari ci sono anche le azioni di adeguamento idraulico. Lei sa che le amministrazioni hanno difficoltà a esigere l’intervento dei frontisti. Non hanno strumenti coercitivi e sono costrette a dare vita a contenziosi a non finire. A volte non si conosce neppure l’identità del proprietario e ciò comporta ricerche defatiganti. Su questo e altri argomenti mi rendo disponibile a fare una commissione ad hoc”.

 

Sonia Paglialunga (FdI) chiede quando verrà attuata la riduzione della Tari per chi conferisce bottiglie e flaconi di plastica negli appositi contenitori, visto che non risulta ancora possibile farlo attraverso l’app Plastipremia.

Risponde l’assessore Matteo Campora: “Il progetto Plastipremia, portato avanti con la Regione, sta avendo un notevole successo. Siamo la città che ha il maggior numero di questi dispositivi. Su questo progetto abbiamo ricevuto un riconoscimento da Legambiente. La forma di incentivazione riguarda i biglietti dell’autobus, noleggio bici, ticket per spettacoli ed eventi teatrali, ingressi alle mostre e musei e, da pochi mesi, palestre e piscine, oltre a sconti nelle farmacie comunali. Ogni cittadino riceve un punto per ogni imballaggio conferito. Ad oggi (il progetto è partito nel gennaio 2021) sono state raccolte oltre 4 milioni di bottiglie pari a 122 tonnellate di plastica. Generando un indotto di 100.000 euro circa. Siamo ancora in una fase di sperimentazione, ma l’intenzione è quella di modificare il regolamento Tari comprendendo anche la tariffa dei rifiuti urbani tra gli incentivi di Plastipremia”.

 

Alessandro Terrile (Pd) chiede: “numerosi cittadini stanno ricevendo avvisi di accertamento relativi a contravvenzioni del codice della strada relative agli anni 2019 e 2020, con invito al pagamento entro termine breve senza dilazione. Poiché a fronte dell'applicazione di mora e sanzioni gli importi risultano spesso rilevanti, si interroga la giunta per conoscere le ragioni per cui non si segnala la possibilità di ottenere la rateazione degli importi.”

Risponde l’assessore Giorgio Viale: “Non si tratta di attività di accertamento ma di avvisi bonari. Un avviso facoltativo che serve semplicemente ad avvertire il cittadino che la sanzione sta giungendo in cartella esattoriale. Se pagata, il cittadino potrà evitare l’ulteriore aggravio di costo relativo appunto alla cartella esattoriale. Gli avvisi bonari stanno arrivando tutti adesso a causa dello stop imposto dalla pandemia. Per quanto riguarda la richiesta di rateizzazione, si tratta di una materia regolata dalla legge, che non la prevede a questo punto del procedimento, ma bensì entro trenta giorni dalla notifica della sanzione”.

 

Francesco De Benedictis (FdI) chiede: “considerato che Arpal conferma sul proprio sito di aver ricevuto molte segnalazioni circa la presenza di un insetto che si chiama Ricania Speculum, simile a una farfalla ma appartenente allo stesso ordine delle cicale e delle cimici delle piante e evidenziato che secondo Arpal Ricania Speculum non è giudicata al momento nociva né tantomeno aggressiva verso l’uomo mentre può provocare la morte di piante da frutto e non solo, si chiede alla c.a. se sono stati attivati contatti con Arpal e con il servizio fitosanitario regionale per concertare una puntuale analisi della situazione e adottare gli interventi necessari ad impedire il proliferare dell’insetto evitando gravi danni alle piante cittadine.”

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “Dal momento che si tratta di un argomento che non padroneggio, leggo l’informativa che mi è stata inviata dagli agronomi di Aster. Premesso che Aster e il Comune di Genova lavorano da sempre a stretto contatto con il servizio fitosanitario regionale, possiamo affermare che la presenza della Ricania Speculum è stata osservata a Genova da qualche anno. La sua proliferazione è ampia ma non sono stati registrati danni particolari alla vegetazione cittadina, cioè superiori a quelli di altri parassiti. E’ bene precisare che, qualora fosse necessario un intervento, non esistono fitofarmaci autorizzati in area urbana. In questa fase, quindi, si raccomanda di non creare allarmismi ingiustificati”.

 

Gianni Crivello (Lista Crivello) fa propria la segnalazione dell’organizzazione sindacale Uil Fpl circa la carenza del personale della Protezione Civile del Comune di Genova. E chiede di conoscere la reale situazione. 

Risponde l’assessore Giorgio Viale: “Abbiamo avviato un percorso di assunzioni che è il più cospicuo degli ultimi vent’anni. Mi sono posto come obiettivo di avere tutte le direzioni del Comune in crescita, perché effettivamente manca il personale un po’ dappertutto. Il problema è stato il ricambio generazionale, un processo non semplice, in una situazione di tour over non graduale. Per quanto riguarda i numeri, la Protezione Civile ha iniziato quest’anno con 27 unità assegnate e prevedo di arrivare a 32 entro la fine dell’anno. A questa componente si aggiunge una collaborazione con l’Università di Genova - ringrazio a questo proposito il consigliere Gambino - per quanto riguarda il settore meteorologia”.

 

Interrogazione all’insegna della sicurezza stradale quello della consigliera Marta Brusoni (Vince Genova) che segnala la pericolosità dell’incrocio tra via Padrino e via Borzoli dove insistono alcuni bidoni dell’immondizia che intralciano la visuale.

Risponde l’assessore Matteo Campora: “Da una recente verifica mi risulta che il problema sia stato risolto. I cassonetti tra via Padrino e via Borzoli sono stati spostati in una posizione più funzionale. Le chiedo di verificare con i cittadini che le hanno esposto il problema se lo stesso è stato risolto”.

 

Cristina Lodi (Pd) passa ai raggi X il nuovo Parco Giochi della radura della Memoria realizzato sotto il Ponte San Giorgio. E si chiede: si tratta di una collocazione definitiva? La sicurezza dei bimbi può dirsi garantita visto l’ultimo grave incidente con il versamento dall’alto di un liquido infiammabile fuoriuscito da un camion incidentato? Quanto è costato nel complesso il parco giochi?

Risponde l’assessore Simonetta Cenci: “Il vero Parco del Ponte si estenderà per 12 ettari. Abbiamo sistemato la prima parte della radura lo scorso anno e, negli ultimi mesi, allestito i giochi per bambini. Prossima tappa la sistemazione totale dell’area come da progetto dell’architetto Boeri, pubblicato sul sito del Comune. I giochi sono stati installati da Aster con condivisione di un progetto della durata di un paio di anni. Si tratta di strutture amovibili che eventualmente possono essere spostate. Ci sarà un altro parco dei bambini sull’altro lato della strada. I giochi sono stati progettati e allestiti da ditte specializzate con relative certificazioni. Il costo totale dell’operazione è stato di 270.000 euro comprensivo di iva. In merito all’incidente del 26 agosto ci siamo relazionati con la struttura commissariale che ci ha spiegato quanto è successo. A seguito di un incidente c’è stato uno sversamento di vernici che hanno preso fuoco. Il liquido incendiato si è indirizzato verso il sistema di raccolta delle acque, defluendo correttamente. Come previsto dal progetto di base. Faremo comunque molta attenzione a tutte le osservazioni che ci perverranno”.

 

Fabio Ariotti (LSP) chiede lumi sulla situazione del campetto e dello spazio bocce abbandonati adiacenti agli edifici di edilizia popolare in via Pietro Leva a Borzoli dove tutte le reti di metallo sono rotte e pericolose. Vorrebbe conoscere le intenzioni dell’ammirazione circa il ripristino della struttura e suggerisce di darlo in gestione.

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “La ringrazio della sua interrogazione che mi ha messo al corrente di una situazione che non conoscevo. Ci sono stati due bandi di gara per l’assegnazione di questi spazi da parte del Municipio VI che sono andati deserti. Ho saputo che una associazione del territorio è potenzialmente interessa alla gestione del campo e a eseguire i lavori. Un tema nuovo che molto presto approfondiremo con i miei uffici”.

 

Alberto Pandolfo (Pd) fa una disanima delle principali opere di contrasto al dissesto idrogeologico in città (scolmatore del torrente Bisagno, adeguamento del tratto terminale del

torrente Bisagno, scolmatore del torrente Bisagno - presa dei rii Noce e Rovare, scolmatore del rio Vernazza-Chiappeto e adeguamento degli argini del torrente Sturla, sistemazione

idraulica del rio Fegino), chiedendo all’amministrazione lo stato di avanzamento e della cantierizzazione dei relativi cantieri.

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi. “La sua interrogazione meriterebbe lo spazio più ampio di una commissione consiliare ad hoc. Le confermo che tutti questi cantieri sono funzionanti e proseguono. In commissione la relazionerò anche delle integrazioni di finanziamento che stiamo impostando per consentire il completamento delle opere”.

 

Dopo la trattazione degli articoli 54, le interrogazioni a risposta immediata, alle ore 15 si apre il consiglio comunale.

Con 38 consiglieri presenti all’appello nominale la seduta è valida.

 

Il presidente del consiglio comunale Federico Bertorello legge e mette in votazione due ordini del giorno fuori sacco:

 

nel primo, poiché il 13 agosto è venuto a mancare Gino Strada medico, attivista e filantropo italiano, fondatore nel 1994 dell'ONG italiana Emergency nata per portare cure medico-chirurgiche di elevata qualità e gratuite alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà che ha curato oltre 11 milioni di persone e, da sempre, Gino Strada tramite Emergency ha lavorato per rendere concreto il diritto alla cura, offrendo cure gratuite a chi ne ha bisogno in Italia e nel mondo insegnando a tutti cosa significhi la parola umanità, si chiede l’impegno del sindaco e della giunta affinchè si intraprenda un percorso per l'individuazione di una via o piazza della nostra città da intitolare a Gino Strada.

Approvato con 21 voti a favore: Italia Viva, PD, M5S, Lista Crivello, FI, Vince Genova, Ubaldo Santi (Gruppo misto) e 10 astenuti: Lega Salvini Premier, Cambiamo.

I consiglieri di Fratelli d’Italia hanno lasciato l’aula al momento del voto.

 

Nel secondo, premesso che:

-         i Giochi Olimpici sono una manifestazione sportiva quadriennale dove competono i migliori atleti del mondo in quasi tutte le discipline sportive praticate nei cinque continenti;

-         il movimento paralimpico internazionale deve la sua nascita al neurochirurgo inglese Sir Ludwig Guttmann, il primo ad avviare alla pratica sportiva i reduci britannici;

-         il “Padre” della Sport Terapia in Italia è stato invece il dottor Antonio Maglio medico attivista italiano, che ha promosso i Giochi Paralimpici tenutisi a Roma nel 1960, una settimana dopo le XVII Olimpiadi.

Tenuto conto che le Paralimpiadi sono un evento sportivo ma nello stesso tempo lanciano un segnale di superamento delle barriere di inclusione sociale, dove i singoli atleti si misurano e superano condizionamenti psicologici e umani con grande forza di volontà, consentendo loro di valorizzare le capacità sportive.

Inoltre, poiché in Italia i nostri atleti paralimpici sono cresciti notevolmente, sino a raggiungere, con la XVI edizione delle Paralimpiadi di “Tokyo 2020”, un nuovo record di 69 medaglie, grazie a un notevole numero di persone che ogni giorno con fatica e determinazione contribuiscono alla loro preparazione.

Verificato che gli atleti "normodotati" che partecipano alle Olimpiadi e si classificano fra i primi tre nelle singole specialità, oltre alle medaglie, ricevono un ulteriore riconoscimento economico, che risulta circa il doppio di quanto previsto per gli atleti vincitori delle Paralimpiadi; ritenuto che è giunto il momento di dimostrare che oggettivamente sono stati superati i pregiudizi nei confronti di atleti che, con passione e con uno straordinario impegno, praticano tutte le attività sportive ad ogni livello, sino ad arrivare ai Giochi Olimpici, compreso i nostri concittadini genovesi i campioni Francesco Bocciardo, Matteo Orsi e Filippo Mirabile

si chiede l’impegno del sindaco e della giunta a farsi promotore nei confronti del Comitato Olimpico Nazionale affinché  vengano assegnati ai campioni paralimpici di “Tokyo 2020” e a quelli  futuri , gli stessi riconoscimenti degli atleti delle Olimpiadi.

Approvato all’unanimità

 

Prima della trattazione della DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0358

PROPOSTA N. 62 DEL 02/09/2021:

CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI INERENTI LA D.C.C. N. 55/2021 “ADOZIONE DI AGGIORNAMENTO, AI SENSI DELL’ART. 43 COMMA 3 LETTERA A DELLA L.R. 36/1997 E S.M.I., PER LA RIMODULAZIONE DELL’AMBITO CON DISCIPLINA URBANISTICA SPECIALE N. 31 “ROTONDA DI CARIGNANO” DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE”, PRESA D’ATTO DELLA ESCLUSIONE DALLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA E APPROVAZIONE DELL’AGGIORNAMENTO DEL PUC AI SENSI DELL’ART. 43 DELLA L.R. N. 36/1997 E S.M.I.

qualora sia stato concluso l’esame da parte della competente Commissione consiliare.

 

è stata discussa e votata la sospensiva proposta dal M5S:

CONSTATATO CHE la Commissione congiunta III e V riguardante la delibera sopra citata

prevista per mercoledì 15 settembre alle ore 9,30 è stata sconvocata il 10 settembre e  riconvocata per il giorno 13 settembre alle ore 9,00;

CONSIDERATO CHE, a seguito di questo anticipo, comunicato in tempi brevi, molti soggetti

richiesti come auditi non erano presenti alla discussione;

i Consiglieri del M5S CHIEDONO che sia sospesa la discussione e conseguentemente l’espressione di voto sulla Delibera proposta di Giunta al Consiglio 0358 Proposta n. 62 del 2.09.2021.

La sospensiva è stata respinta con 22 voti contrari: Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia e 11 voti a favore: Italia viva, PD, M5S, Lista Crivello, Ubaldo Santi (Gruppo misto)

La delibera è stata, quindi, discussa e approvata con 23 voti a favore: Lega Salvini Premier, Mauro Avvenente (Italia Viva), Cambiamo, FI, Vince Genova, Fratelli d’Italia, 1 astenuto: Maria José Bruccoleri (Italia viva) e 12 contrari: PD, Lista Crivello, M5S, Ubaldo Santi (Gruppo misto)

 

2) MOZIONE 0085 19/07/2021

Tutela e cura del Palazzo Doria in Piazza Bonavino a Pegli

Atto presentato da: Avvenente Mauro, Rossi Davide

Approvata all’unanimità

 

3)MOZIONE 0101 03/09/2021

Ausilio acustico sui mezzi di trasporto per non vedenti ed ipovedenti

Atto presentato da: Lodi Cristina, Terrile Alessandro Luigi, Bernini Stefano, Pandolfo Alberto, Villa Claudio

Approvata all’unanimità

         

4) MOZIONE 0100 03/09/2021

Installazione cartellonistica che indica la presenza di ciclisti su strade e gallerie cittadine

Atto presentato da: Amorfini Maurizio, Fontana Lorella, Rossi Davide, Corso Francesca, Ariotti Fabio, Paglialunga Sonia, Rossetti Maria Rosa, Ferrero Simone, Remuzzi Luca

Approvata all’unanimità

 

5) MOZIONE 0083 14/07/2021

Iniziative di sostegno indirizzate ai familiari di persone affette dalla malattia di Alzheimer

Atto presentato da: Brusoni Marta, Cassibba Carmelo, Ottonello Vittorio

Approvata all’unanimità

 

6) INTERPELLANZA 0082 17/06/2021

Azioni programmate per la soluzione del problema del traffico intenso in Via Canepari a Certosa

Atto presentato da: De Benedictis Francesco

Ha risposto l’assessore Matteo Campora

 

7) INTERPELLANZA 0095 29/07/2021

Azioni di sorveglianza per la sicurezza stradale a salvaguardia dell’incolumità dei cittadini

Atto presentato da: Giordano Stefano

Ha risposto l’assessore Giorgio Viale

 

8) INTERPELLANZA 0100 23/08/2021

Interventi su Regione Liguria per l'incentivazione della sostituzione dei taxi più inquinanti con mezzi elettrici

Atto presentato da: Crivello Giovanni Antonio, Pignone Enrico

Ha risposto l’assessore Matteo Campora

 

9) INTERPELLANZA 0091 15/07/2021

Villa Rosazza: sorveglianza, illuminazione, contrasto degli accessi abusivi alle zone esterne

Atto presentato da: Fontana Lorella

Ha risposto l’assessore Giorgio Viale

 

Il consiglio comunale si è concluso alle ore 17,50

 

I lavori sono stati trasmessi in diretta Facebook sulla pagina Comune di Genova - Genoa Municipality.

 

La registrazione della seduta sarà poi visionabile anche sul sito del Comune a questo indirizzo: http://www.comune.genova.it/servizi/sedute

Ultimo aggiornamento: 15/09/2021