Consiglio comunale del 29 aprile

Contenuto

Articolo del
29/04/2021

Il sindaco Marco Bucci ha risposto a una interrogazione sull'accoglimento del Tar del ricorso del Civ "Fronte del Porto - San Teodoro" circa l'insediamento di Esselunga a San Benigno

Roberto Bordi, Tiziana Lanuti

Alle ore 14 il consiglio comunale di giovedì 20 aprile si apre con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata:

 

Sergio Gambino (Fratelli d’Italia) chiede di conoscere i tempi di intervento, da parte della civica amministrazione, per il ripristino del muro semi crollato e incombente sui box in costruzione in salita San Simone

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “Secondo l’amministrazione non è pubblico ma di proprietà privata ed è un muro che sostiene il terrapieno. Gli uffici mi hanno riferito che in passato, pro bono pacis, c'era stato l'impegno del Comune ad accollarsi il 50% dei costi ma che di fatto questa proposta non sarebbe stata accolta. In questo momento c'è una fase di stallo proprio perché non c'è convergenza sull'individuazione del soggetto competente ad intervenire. Mi farò personalmente carico di esaminare questa sua richiesta  per vedere se riusciamo a trovare delle soluzioni nel reciproco interesse”

 

La giunta comunale ha deliberato la cessione, per 50 anni, al consorzio locale del mercato ortofrutticolo di piazzale Parenzo, in Media Valbisagno e ha approvato la ristrutturazione dello stesso attraverso un’operazione di project financing, proposto dal consorzio. Cristina Lodi (Pd) ed Enrico Pignone (Lista Crivello) chiedono informazioni circa la destinazione d’uso dei parcheggi dell’area confinante con l’immobile, stalli che nel corso degli anni sono stati utilizzati dagli abitanti del quartiere, in quanto si profila la possibilità che ne sia prevista la privatizzazione e questa prospettiva crea preoccupazione fra i residenti per la realtà particolarmente critica in tema di aree di sosta. Inoltre, Cristina Lodi sottolinea che i comitati dei cittadini e lo stesso Municipio avrebbero voluto che il restyling non venisse affidato ai privati ma fosse in capo all’amministrazione

Risponde l’assessore Paola Bordilli: “Vorrei precisare che l’ex mercato non era solo ortofrutticolo e lo stiamo affidando al consorzio in piena trasparenza. E’ un mercato che versava in una situazione non proprio decorosa. I mercati comunali sono situati in piazze che erano sia commerciali sia sociali. Questo si trova in una zona che per quanto riguarda la viabilità e i parcheggi è molto critica. Ad oggi l’amministrazione non ha alcuna intenzione di privatizzare gli stalli di sosta. E’ nostro intendimento, invece, eseguire un restyling non solo del mercato ma anche di tutta l’area circostante. Concludo ribadendo che non esiste alcun progetto di privatizzazione anche perché nella zona non vi è solo il mercato ma anche altre attività economiche e i parcheggi sono funzionali a tutta la zona”

 

A che punto è la proposta progettuale di Amiu di creare nel quartiere del Lagaccio, in via Bartolomeo Bianco, la nuova Fabbrica del Riciclo e l’isola ecologica? Lo chiede Davide Rossi (Lega Salvini Premier) che domanda anche quanto incide nella realizzazione di questo progetto la presenza ancora del centro sociale Terra di Nessuno?

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “ La mia risposta è sicuramente lacunosa perché non sto seguendo personalmente la questione. Comunque la risposta sullo sgombero è certamente affermativa perché a quanto mi viene riferito però non è possibile realizzare questo progetto senza effettuare lo sgombero, ma sui tempi dello sgombero non sono in condizione di rispondere in questo momento però riferirò all’assessore Campora in modo che le possa fornire una risposta più precisa. Per quanto invece riguarda la sua richiesta circa  se sono stati sviluppati dei progetti, le confermo che  è stato acquisito uno studio di fattibilità per un centro del riuso e per il centro di educazione ambientale”

 

Carmelo Cassibba (Vince Genova) sottolinea che è ormai urgente il ripristino delle recinzioni e delle reti delle porte del campetto di calcio all’interno dei giardini Calcagno nel parco del Peralto. Questo spazio è un luogo di svago sia per le famiglie e i ragazzi del quartiere sia per le famiglie provenienti da tutta Genova che frequentano il Righi nel fine settimana

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi “Gli uffici hanno preso in carico la sua segnalazione e credo che prima dell’estate questo lavoro sarà eseguito”

 

Pietro Salemi (Italia Viva) chiede all’assessore competente quali iniziative intende assumere per contrastare l’assembramento e il non utilizzo delle mascherine. Questa richiesta nasce dalle notizie riportate dagli organi di stampa locali circa gli affollamenti dello scorso fine settimana sul lungomare di Pegli e nei paraggi del molo Archetti, dove tante persone non usavano la mascherina

Risponde l’assessore Giorgio Viale: “Relativamente all’area che lei ha citato non è propriamente di nostra competenza a livello di pattuglie, ma è divisa fra Polizia e Carabinieri. La Polizia Locale ha  effettuato degli interventi nell'area:  soltanto dello scorso weekend sono stata più di 15 le chiamate e tre le sanzioni effettuate. Altre sanzioni  normalmente corrispondono a una media di 30 40 interventi dissuasivi da parte dell'auto della Polizia Locale. Devo dire che in questa situazione di pandemia la polizia locale è stata attiva e tirata al massimo della sua operatività. Io oramai mi sento di dire che non si possa fare nulla di più, nel senso che tutte le forze in campo vengono già messe in campo e,  in alcune occasioni, grazie al consigliere Gambino che è sempre molto attivo, anche dei volontari a supporto. Sensibilizzerò, nei prossimi comitati sulla sicurezza, la situazione specifica dell'area di Pegli e, soprattutto, cercheremo di organizzarci al meglio per la stagione estiva proprio per evitare questi affollamenti che generano preoccupazione”

 

Da molti cittadini sono arrivate segnalazioni circa la situazione di intollerabile degrado e sporcizia in cui versa la stazione ferroviaria di Voltri. Fabio Ariotti(lega Salvini Premier) domanda se l’amministrazione può farsi parte attiva nei confronti di Ferrovie dello Stato

Risponde l’assessore Viale: “ La competenza in questo caso spetta ad una autorità che non è strettamente sotto il controllo comunale ma è Rfi e la Polfer che gestisce il controllo delle stazioni e dei mezzi. Noi ci siamo già fatti in parte attiva richiedendo quali misure e voglia prendere a Rfi e Polfer per risolvere questo problema e abbiamo anche segnalato la possibilità di chiudere la sala d’aspetto e installare delle telecamere in modo da rendere sicuro il transito dei nostri cittadini: sottolineo che queste stazioni  sono utilizzate a Genova non solo per le lunghe tratte ma anche per recarsi al lavoro all'interno della stessa città e quindi è fondamentale mantenere il decoro, la pulizia ma anche la sicurezza anche percepita per i cittadini che utilizzano i mezzi pubblici di trasporto ferroviari.

Sono disponibile a un sopralluogo in luogo, se lei consigliere lo vorrà, anche con le autorità competenti, così da fare da sprone sulla soluzione di questo problema, già più volte sollecitato”.

 

Sono in corso i lavori di restyling di piazza Pallavicini a Rivarolo. Paolo Putti (Chiamami Genova) chiede una informativa aggiornata sia sui lavori sia sulla ripiantumazione degli alberi che sono stati tagliati per l’esecuzione degli interventi

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “I lavori di piazza Pallavicini prevedevano l’abbattimento di   6  platanus, il mantenimento di 3 platanus e la messa a dimora di 7 platanus in sostituzione di quelli già presenti: alla fine il saldo sarà positivo, anzi, ci saranno 10 alberi”

 

Le strade della nostra città sono potenzialmente a rischio allagamento  a causa della morfologia del territorio che presenta forti pendenze. A questo proposito Francesco De Benedictis (Fratelli d’Italia) domanda se sia prevista un’azione di manutenzione straordinaria per la ripulitura dei tombini e un programma di manutenzione ordinaria e periodica per tutta la rete di deflusso delle acque della città

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “Fino allo scorso anno il servizio era in carico ad Amiu e da quest’anno è entrato in vigore il nuovo contratto con Amiu, gestito da Città Metropolitana, che non prevede più questo servizio. E’ stata, quindi, disposta una proroga in modo che sia ancora Amiu ad occuparsi di questa attività per tutto l’anno in corso.

Sono previsti più di 59.319 interventi di pulizia delle caditoie”

 

Alessandro Terrile (Pd) ricorda che nel dicembre 2019, rispondendo pubblicamente ad una lettera della famiglia Firpo, l'amministrazione comunale si era impegnata a dedicare definitivamente ad Attilio Firpo, partigiano Attila, il ponte pedonale che collega via Moresco e viale Galliera. A che punto è lo stato di avanzamento della pratica e le ragioni del ritardo

Risponde l’assessore Massimo Nicolò: “ La delibera originaria, che intitolava la passerella a Fabrizio Quattrocchi, è stata sospesa e questa amministrazione si era impegnata a portare avanti l’intitolazione della passerella ad Attilio Firpo ed era stato avviato l’iter che, ora, è in una situazione di stallo. E’, però, intendimento di questa amministrazione portare avanti entrambe le intitolazioni: a Fabrizio Quattrocchi e ad Attilio Firpo”

 

Guido Grillo (FI) chiede se l’assessore competente sia disponibile a riferire in una apposita commissione consiliare, con audizione del Civ di via, sulle locazioni degli spazi commerciali dell’ex mercato di corso Sardegna

Risponde l’assessore Paola Bordilli: “Ho parlato con il Civ e ho proposto tutta una serie di sconti sulle tasse comunali e il Civ ha chiesto, su questo punto, ulteriori chiarimenti. Circa la commissione consiliare sia io sia l’assessore Piciocchi abbiamo dato disponibilità per il prossimo 21 maggio”

 

Dopo la trattazione degli articoli 54 – interrogazioni a risposta immediata – alle ore 15 si apre il consiglio comunale. Con 40 consiglieri presenti all’appello nominale la seduta è valida.

 

In apertura di seduta viene ricordato Michele Denaro, con le parole del presidente del Consiglio comunale Federico Bertorello: “Il 20 aprile ci ha lasciato a causa del covid Michele Denaro, storica figura del Partito socialista genovese. Dal 1985 al 1990, nella giunta del sindaco Campart, ha ricoperto il ruolo di vicesindaco e poi assessore al Bilancio e alle Strade.

Michele Denaro era esperto di diritto finanziario e, oltre che nella sua esperienza di amministratore pubblico, ha portato questa sua grande competenza sia in ambito privato, era da tempo a capo della società di mediazione creditizia Money srl e prima ispettore della Fondiaria Assicurazione, che pubblico: è stato ragioniere nella Ragioneria Generale dello Stato, direttore tributario nel dipartimento delle Dogane e delle Imposte.

Alle figlie Daniela e Valentina, ai suoi adorati nipotini, a tutte le persone che lo hanno stimato e amato giungano le condoglianze di tutto il consiglio comunale e le mie personali”

 

Viene osservato un minuto di silenzio.

 

Il presidente Bertorello comunica la formalizzazione del passaggio al Gruppo Misto del consigliere Stefano Costa.

 

Prima di passare alla trattazione degli atti previsti, vengono letti e votati due ordini del giorno fuori sacco.

 

Il primo ordine del giorno fuori sacco riguarda la concessione della cittadinanza italiana al ricercatore Patrick Zaki. Visto che:

-il ricercatore è stato arrestato dalle autorità egiziane con l’accusa di “istigazione a proteste e propaganda di terrorismo sul proprio profilo Facebook”;

-al momento dell’arresto Zaki stava frequentando un master internazionale in studi di genere all’Università di Bologna;

-dopo più di un anno Zaki non è ancora stato sottoposto ad alcun processo e in una lettera alla famiglia ha fatto sapere di essere molto provato dalla detenzione.

Considerato inoltre che:

-il 18 dicembre 2020 il Parlamento europeo ha approvato una proposta di risoluzione comune sulla violazione dei diritti umani in Egitto;

-il 12 marzo 2021 il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni unite ha espresso in una nota “profonda preoccupazione per la traiettoria assunta dai diritti umani in Egitto”;

-il 6 aprile il Consiglio Regionale della Liguria ha approvato un ordine del giorno e sostegno dell’istanza di conferimento della cittadinanza italiana a Patrick Zaki;

-il 14 aprile il Senato della Repubblica ha approvato l’ordine del giorno per conferire la cittadinanza italiana a Patrick Zaki.

Si impegnano il sindaco e la Giunta ad avviare tempestivamente mediante le competenti istituzioni le necessarie verifiche al fine di conferire a Patrick Zaki la cittadinanza italiana ai sensi dell’articolo 9 comma 2 della legge 91/1992.

 

L’ordine del giorno è approvato con 34 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Paolo Putti di Chiamami Genova, Ubaldo Santi e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 4 astenuti (Fratelli d’Italia).

 

Il secondo ordine del giorno fuori sacco riguarda il progetto del Nuovo Ospedale Galliera. Tenuto conto della ferma volontà dell’Arcivescovo Tasca di incontrare Comitati e Associazioni che si battono contro la nuova costruzione e appreso che a una settimana dall’impegno assunto dal suddetto incontro, attraverso i media, è stata resa nota la pubblicazione del bando di gara per la costruzione del nuovo ospedale, si impegnano il sindaco e la Giunta ad attivare urgentemente un tavolo di confronto con le parti interessate attraverso una Commissione consiliare.

 

L’ordine del giorno è respinto con 21 voti contrari (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 16 voti favorevoli (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Paolo Putti di Chiamami Genova e Ubaldo Santi del Gruppo Misto).

 

La seduta prosegue con un articolo 55 del consigliere Luca Pirondini (M5S) riguardante l’accoglimento da parte del Tar del ricorso del Civ “Fronte del porto – San Teodoro” contro il nuovo insediamento del supermercato Esselunga a San Benigno. Il consigliere Pirondini chiede al sindaco e alla Giunta quali azioni intenda intraprendere l’Amministrazione.

 

Sono intervenuti nel dibattito i consiglieri Alessandro Terrile (M5S), Paolo Putti (Chiamami Genova), Mario Mascia (Forza Italia), Giovanni Crivello (Lista Crivello), Marta Brusoni (Vince Genova), Lorella Fontana (Lega Salvini Premier), Lilli Lauro (Cambiamo), Alberto Campanella (Fratelli d’Italia).

 

Risponde il sindaco Marco Bucci: “Chiedo al consigliere Pirondini di ritirare la frase ‘La Giunta fa affari con pochi ricchi’, che non fa onore a lei, alla Giunta e alla città di Genova. Ho sempre detto in campagna elettorale che avremmo fatto entrare Esselunga e ritengo che in questo modo ci sia stato un grosso vantaggio per i cittadini. Negli ultimi tre mesi e mezzo ho ricevuto personalmente tantissimi messaggi di genovesi molto contenti di poter risparmiare, anche senza andare da Esselunga ma in altri supermercati, perché tutti hanno abbassato i prezzi. Ma veniamo al punto chiave.

Il Tar non ha parlato di Esselunga e non ha contestato il fatto che ci sia una grande struttura di vendita in quel posto. Ha detto che l’atto di autotutela del Comune di Genova non ha indicato nel provvedimento le ragioni dell’interesse pubblico dell’annullamento in autotutela della determinazione di riperimetrazione. Quindi chiede all’Amministrazione di fare qualcosa. In aggiunta dice che ‘non specifica quale sia l’interesse pubblico che il Comune intendeva perseguire mediante l’annullamento del proprio precedente atto, né esplicita per quale ragione esso dovrebbe prevalere rispetto all’interesse del consorzio’. Noi ci impegniamo a produrre nuova documentazione affinché questi punti siano spiegati attentamente, inoltre abbiamo intenzione di ricorrere al Consiglio di Stato presentando questi punti che riteniamo validi. Aggiungo inoltre che il Sau, poi ripreso dal Puc approvato dal Consiglio Comunale nel 2015, prevede la realizzazione di una grande struttura di vendita nell’area di San Benigno. Abbiamo tre azioni in corso: l’avvio con i nostri uffici della procedura di riperimetrazione, il ricorso al Consiglio di Stato, la correzione dell’autotutela attraverso gli argomenti che il Tar ha giudicato insufficienti. Concludo il mio intervento ribadendo la nostra ferma intenzione di portare a Genova Esselunga con una struttura di vendita di grandi dimensioni, perché questo porta grande vantaggio a tutti i cittadini genovesi grazie a una riduzione dei prezzi già dimostrata a Genova e in tutte le altre città: la concorrenza fa bene a tutti i cittadini”.

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0130

PROPOSTA N. 25 DEL 01/04/2021

RENDICONTO DELLA GESTIONE 2020

La delibera viene approvata con 20 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 16 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto, Paolo Putti di Chiamami Genova)

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0128

PROPOSTA N. 24 DEL 01/04/2021

APPROVAZIONE DI MODALITA’ E CRITERI PER L’ATTUAZIONE DELLE PREVISIONI DELL’ART.17 PUNTO 3.8.2. DELLE NORME GENERALI DEL P.U.C, CONSENTENDO LA MONETIZZAZIONE DELLE QUOTE DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS) DOVUTE PER NUOVI INTERVENTI RESIDENZIALI

La delibera viene approvata con 22 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto), 15 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto) e un voto contrario (Paolo Putti di Chiamami Genova).

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0127

PROPOSTA N. 21 DEL 25/03/2021

ESERCIZIO SOTTOPOSTO A CONDIZIONE DEL DIRITTO DI OPZIONE PER L’ACQUISTO DALL’AGENZIA DEL DEMANIO DELLA EX GALLERIA ANTIAEREA DI VIALE FRANCHINI

Viene presentata dal gruppo consiliare Pd istanza di sospensione, respinta con 21 voti contrari (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 15 favorevoli (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto, Paolo Putti di Chiamami Genova).

 

La delibera viene approvata con 23 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto), 11 contrari (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto, Paolo Putti di Chiamami Genova) e 5 presenti non votanti (Movimento 5 Stelle).

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0149

PROPOSTA N. 27 DEL 15/04/2021

RENDICONTO 2020 ISTITUZIONE MUSEI DEL MARE E DELLE MIGRAZIONI

La delibera viene approvata con 21 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 16 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto, Paolo Putti di Chiamami Genova).

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0103

PROPOSTA N. 29 DEL 27/04/2021

REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE DI CONCESSIONE, AUTORIZZAZIONE O ESPOSIZIONE PUBBLICITARIA (DENOMINATO “CANONE”) ISTITUITO AI SENSI DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2019 N. 160. DECORRENZA 1° GENNAIO 2021

La delibera viene approvata con 20 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 14 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto, Paolo Putti di Chiamami Genova).

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0104

PROPOSTA N. 30 DEL 27/04/2021

MODIFICHE AL VIGENTE PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI DEL COMUNE DI GENOVA

La delibera viene approvata con 20 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 14 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva e Ubaldo Santi del Gruppo Misto).

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0183

PROPOSTA N. 31 DEL 27/04/2021

REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE DI CONCESSIONE, AUTORIZZAZIONE COMMERCIALE SU SUOLO PUBBLICO ISTITUITO AI SENSI DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2019 N. 160. DECORRENZA 1° GENNAIO 2021

La delibera viene approvata con 21 voti favorevoli ((Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Stefano Costa del Gruppo Misto) e 12 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva e Ubaldo Santi del Gruppo Misto).

 

Il consiglio comunale si chiude alle ore 17.35.

I lavori sono stati trasmessi in diretta Facebook sulla pagina Comune di Genova - Genoa Municipality.

 

La registrazione della seduta sarà poi visionabile anche sul sito del Comune a questo indirizzo: http://www.comune.genova.it/servizi/sedute

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 29/04/2021