Consiglio comunale del 3 dicembre

Contenuto

Nel question time la situazione della messa in sicurezza del territorio in seguito alle forti piogge degli ultimi giorni

Tiziana Lanuti

Il consiglio comunale inizia alle ore 14 con le interrogazioni a risposta immediata: 

 

Lorella Fontana (Lega Salvini Premier) e Francesco De Benedictis (Direzione Italia) propongono la stessa interrogazione: in Galleria Mazzini, dove è in corso la Fiera del Libro, vi sono gravi infiltrazioni d’acqua tanto che gli espositori hanno dovuto coprire i banchi con i teli di plastica. Cosa intende fare l’Amministrazione per risolvere, una volta per tutte, i problemi della copertura di Galleria Mazzini? E con quali tempi?

Risponde l’assessore Matteo Campora: «Il problema di Galleria Mazzini è purtroppo risalente indietro nel tempo. I lavori attualmente in corso riguardano esclusivamente la ricostruzione al grezzo, esclusi i decori, delle otto finestrature laterali e la chiusura della Galleria lato piazza Labò, ma non sono previste lavorazioni sulla copertura. Nel triennale dei lavori è previsto il risanamento del frontone in largo Lanfranco, il completamento della sostituzione dei canali di gronda, il restauro e il risanamento dei lampadari e ancoraggi dei grifoni: per questi lavori sono stati previsti 1 milione e 600 mila euro. Per risolvere il problema delle infiltrazioni un intervento tampone risulterebbe di difficile realizzazione a fronte di un investimento economicamente rilevante. Invece abbiamo previsto a triennale, per il 2022, lo stanziamento di 2 milioni e 500 mila euro per il risanamento delle strutture della copertura a volta della Galleria»

 

Il proprietario di un’area privata a Quezzi intenderebbe frazionare il sedime stradale per ricavarne posti auto e porli in vendita. Questo provocherebbe il restringimento della carreggiata di via Onorato e via Pastonchi, creando seri problemi alla mobilità. Alessandro Terrile (PD) chiede quali azioni intenda assumere l’Amministrazione comunale per tutelare la viabilità della zona

Risponde l’assessore Matteo Campora: «Questo è un problema che si è già, purtroppo, verificato in altre zone della città, soprattutto nelle parti collinari dove i costruttori si tengono in proprietà parti di strade. Come Amministrazione ci daremo da fare perché ciò non accada e il sedime stradale non venga ristretto»

 

Sembra, secondo quanto riportato da alcuni giornali, che il MIT avrebbe bocciato il Pums nella parte che riguarda il sistema degli assi di forza, in quanto non risponderebbe ai requisiti minimi del progetto di fattibilità richiesti dallo stesso MIT. Nel sistema ipotizzato per il trasporto pubblico locale si prevedeva la creazione di una rete filoviaria.  Fabio Ceraudo (M5s) domanda come intenda agire ora la Giunta e quali siano i possibili nuovi scenari allo studio per la mobilità cittadina.

Risponde l’assessore Matteo Campora: «Il Comune non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Ho sentito il sottosegretario Traversi del MIT e mi ha detto che occorre solo presentare dei documenti a integrazione del progetto e il Comune ha tempo fino ad aprile 2020. Questa è la conferma che il progetto è buono e che c’è la volontà, da parte del Governo, di finanziarlo dimostrando una vicinanza alla nostra città».

 

Alberto Campanella (Fratelli d’Italia) chiede se non sia possibile rimuovere la cabina per la rilevazione della qualità dell’aria della Siat in via Molteni, ormai da molto tempo in disuso

Risponde l’assessore Matteo Campora: «La centralina di via Molteni è stata dismessa nel 2014 e il Comune di Genova ha chiesto ad Arpal e alla Regione Liguria che venga ripristinata, anche in seguito alle richieste di gran parte dei residenti. Se ciò non dovesse essere possibile allora procederemo con la rimozione, ma la nostra prima intenzione è il ripristino».

 

La situazione di degrado dei viadotti autostradali ha portato la Procura a ordinarne la chiusura al transito. Questo provvedimento ha creato in città delle forti ripercussioni sul traffico cittadino e ha impattato in maniera negativa sulle attività commerciali e portuali, oltre che sulla qualità della vita dei genovesi. Gianni Crivello (Lista Crivello) chiede in che modo l’Amministrazione intenda agire, anche nei confronti della società Autostrade.

Risponde l’assessore Matteo Campora: «La nostra città necessita di un aiuto forte e doveroso da parte del Governo, anche in questo caso, perché dall’anno scorso non viviamo più una situazione di normalità. Autostrade per l’Italia ha comunicato che sta effettuando, attraverso due primarie società ingegneristiche, una azienda esterna, una puntuale verifica strutturale su tutte le 510 opere di competenza della Direzione di Tronco. Questo lavoro sarà completato entro il 31 dicembre 2019. Noi come Amministrazione chiederemo i risultati di questi monitoraggi e relazionerò in Consiglio e in commissione consiliare. Il lavoro di tutti noi, giunta e consiglio, è fondamentale»

 

Carmelo Cassibba (Vince Genova), richiamando l’ordinanza 583 dell’8/8/2019 “Disciplina della circolazione stradale nel tratto antistante l’accesso alla stazione di Genova Brignole”, chiede come mai Aster sia in ritardo nella consegna dei lavori

Risponde l’assessore Matteo Campora: «Nell’ordinanza che lei ha richiamato si parlava della modifica della circolazione stradale davanti alla stazione di Genova Brignole. Per dare seguito occorreva che Aster demolisse un manufatto presente in zona. Questo non è stato possibile a causa delle continue piogge di questo periodo. Le confermo che tali lavori saranno conclusi entro la fine di dicembre»

 

A quando i ripristini del manto d’asfalto a Pegli, in seguito alla rottura suolo per la posa della fibra ottica? Lo domanda Mauro Avvenente (Italia Viva)

Risponde l’assessore Matteo Campora: «Sono stati fatti dei sopralluoghi per definire le modalità di intervento, visto che sono scaduti i termini per la riasfaltatura. Se la ditta non ottempererà procederemo con una ingiunzione»

  

I cittadini residenti nella zona della bassa Valbisagno lamentano che nelle ore di punta l’autobus della linea 356, nel percorso via Fea – Genova Brignole, è sempre sovraffollato. Poiché la linea 383 da via Robino percorre viale Bracelli per terminare la corsa in via Monticelli, Guido Grillo (FI) chiede che nelle ore di punta la linea 383 prolunghi la corsa fino alla stazione ferroviaria Brignole.

Risponde l’assessore Matteo Campora: «Concordo che sia da fare un approfondimento della situazione. Darò mandato ad Amt di monitorare la linea e di verificare la fattibilità della proposta che mi è stata sottoposta»

 

A seguito delle forti piogge è franata in corso Perrone una parte della collina di Coronata, trascinando parte dell’orto collettivo, uno dei più grandi d’Europa. Maurizio Amorfini (Lega Salvini Premier) domanda come l’Amministrazione intenda intervenire.

Risponde l’assessore Matteo Campora: «La frana, di dimensioni considerevoli, che si è sviluppata in corso Perrone, ha interessato gli orti collettivi, la viabilità e anche alcuni condomini. Abbiamo attivato una somma urgenza per rimettere in sicurezza la viabilità in corso Perrone. Entro due settimane riteniamo di poter procedere allo sgombero del materiale franato ancora presente sulla carreggiata»

 

Negli ultimi giorni un gruppo di cittadini volontari ha raccolto in due ore e mezza, nei giardini Baltimora - denominati giardini di plastica – 1.087 siringhe e fatto 36 sacchi di rifiuti differenziati. Paolo Putti (Chiamami Genova) denuncia la situazione di forte degrado della zona e chiede come la civica amministrazione intenda affrontare la doppia emergenza: il degrado e la mancanza di sicurezza della zona e l’aumento del consumo delle droghe pesanti, evidenziato dalla massiccia presenza di siringhe.

Risponde l’assessore Stefano Garassino: «I giardini Baltimora sono un problema da quando sono nati. Abbiamo predisposto un progetto di restyiling e messa in sicurezza, finanziato dal Governo, che inizierà nei primi mesi del prossimo anno. Nel frattempo la Polizia Locale intensificherà i controlli e in accordo con il collega Campora un aumento degli interventi di pulizia».

 

Alle ore 15 al termine del question time il consiglio comunale si apre con l’appello: con 40 consiglieri presenti la seduta è valida

 

Il presidente Piana legge e pone in votazione quattro ordini del giorno “fuori sacco” che residuano dalle precedenti sedute.

 

Il primo è presentato dal M5s e da Ubaldo Santi (Gruppo Misto) e chiede l’impegno del Sindaco e della Giunta a non sostenere la realizzazione della cosiddetta “gronda” autostradale e di quanto non coerente con uno sviluppo delle infrastrutture che non sia su rete ferroviaria, che non sia compatibile con l’igiene e la qualità della vita dei cittadini genovesi, comprese soluzioni ed interventi che aumentino la criticità del nostro territorio, come per esempio fantasiosi retro porti. 

Respinto con 8 voti a favore: M5s, Chiamami Genova, Ubaldo Santi (Gruppo Misto) e Lista Crivello e 32 contrari

 

Il secondo impegna il Sindaco e la Giunta a sollecitare il Governo perché inserisca nel programma di investimenti urgenti per la ripresa e lo sviluppo del porto, già previsto e finanziato dal Decreto Genova, anche interventi finalizzati alla messa in sicurezza idraulica, all’adeguamento alle norme in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, nonché alla razionalizzazione dell’accessibilità dell’area portuale industriale di Genova Sestri Ponente. Inoltre, a richiedere immediatamente al Governo italiano lo stanziamento e l’assegnazione della somma di 480 milioni di euro, necessaria per le opere.

Approvato all’unanimità

 

Nel terzo il consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta a fare proprio il sentimento di fratellanza che anima le comunità tabarchine d’oltremare di Carloforte e Calasetta, facendosi promotori di un gemellaggio sulla falsariga di quelli già in essere con le altre città gemellate nel mondo.

Approvato all’unanimità

 

Infine nell’ultimo, viene chiesto al Sindaco e alla Giunta di attivarsi affinchè venga assegnato a Pietro Germi – nato a Genova il 14 settembre 1914, cresciuto e formatosi nella nostra città -, un riconoscimento a 45 anni dalla sua morte. Genovese particolare, geniale e schivo, si fece interprete di una fase del nostro Paese. E’ stato un gigante del cinema, del costume italiano del quale seppe rappresentare, da attore e poi da regista, le debolezze umane. Riuscì con le sue opere a far divertire, ma anche commuovere, emozionare ed appassionare.

Approvato all’unanimità

 

Si passa quindi alla trattazione dell’ordine del giorno che prevede:

quattro delibere

 

DELIBERA DI CONSIGLIO 0491 05/11/2019

RATIFICA DEL CONSIGLIO COMUNALE AI SENSI DELL’ART. 42, CO. 4, DEL T.U. D.LGS N. 267/18.08.2000 DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 332 DEL 31/10/2019 AD OGGETTO “XV VARIAZIONE AI DOCUMENTI PREVISIONALI E PROGRAMMATICI 2019/2021”

Approvata con 23 voti a favore, 6 contrari: M5s, Ubaldo Santi (Gruppo Misto) e 9 astenuti: PD, Italia Viva, Lista Crivello

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0510

PROPOSTA N. 78 DEL 26/11/2019

AUTORIZZAZIONE ALLA SOTTOSCRIZIONE DELL’AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE DELLA SOCIETA’ PORTO ANTICO S.P.A.

Approvata con 22 voti a favore, 6 contrari: M5s, Ubaldo Santi (Gruppo Misto) e 11 astenuti: PD, Italia Viva, Lista Crivello, Chiamami Genova

 

DELIBERA DI CONSIGLIO 0534 DEL 29/11/2019

RATIFICA DEL CONSIGLIO COMUNALE AI SENSI DELL’ART. 42, CO. 4, DEL T.U. D.LGS N. 267/18.08.2000

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 355 DEL 28/11/2019 AD OGGETTO “XVI VARIAZIONE AI DOCUMENTI PREVISIONALI E PROGRAMMATICI 2019/2021”.

Approvata con 21 voti a favore, 6 contrari: M5s, Ubaldo Santi (Gruppo Misto) e 10 astenuti: PD, Italia Viva, Lista Crivello, Chiamami Genova

 

DELIBERA DI CONSIGLIO 0536 DEL 29/11/2019

RATIFICA DEL CONSIGLIO COMUNALE AI SENSI DELL’ART. 42, CO. 4, DEL T.U. D.LGS N. 267/18.08.2000 DELLA DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 356 DEL 28/11/2019 AD OGGETTO “APPROVAZIONE DELLA SECONDA VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2019/2021 DELL’ISTITUZIONE MUSEI DEL MARE E DELLE MIGRAZIONI”

Approvata con 30 voti a favore e 9 astenuti: M5s, Lista Crivello, Chiamami Genova, Ubaldo santi (Gruppo Misto)

 

tre mozioni

 

MOZIONE 0123 19/11/2019

niziative nei confronti del Governo riguardanti gli enti locali e le finanziarie dello Stato

Atto presentato da: Grillo Guido

Approvata all’unanimità

 

MOZIONE 0116 07/11/2019

Progettazione parchi inclusivi e riqualificazione dei parchi esistenti con giochi accessibili ai bambini disabili

Atto presentato da: Tini Maria, Ceraudo Fabio, Giordano Stefano, Immordino Giuseppe, Pirondini Luca

Approvata all’unanimità

 

MOZIONE 0119 07/11/2019

Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani

Atto presentato da: Lodi Cristina, Bernini Stefano, Pandolfo Alberto, Terrile Alessandro Luigi, Villa Claudio

Approvata all’unanimità

 

 tre interpellanze

 

INTERPELLANZA 0094 25/09/2019

Servizio raccolta differenziata via Piacenza

Atto presentato da: De Benedictis Francesco

Ha risposto l’assessore Matteo Campora

 

INTERPELLANZA 0115 19/11/2019

Calendarizzazione interventi di manutenzione giardini via Casaccia

Atto presentato da: Giordano Stefano

Ha risposto l’assessore Pietro Piciocchi

 

INTERPELLANZA 0117 19/11/2019

Scala mobile stazione metropolitana Di Negro

Atto presentato da: Fontana Lorella

Ha risposto l’assessore Matteo Campora

 

Il consiglio comunale si è concluso alle ore 17,05

Ultimo aggiornamento: 03/12/2019