Consiglio comunale del 5 novembre

Contenuto

La seduta si è aperta con un minuto di silenzio in onore dei tre vigili del fuoco morti in servizio a Quargnento, nell’alessandrino.

Tiziana Lanuti

Il consiglio comunale inizia alle ore 14 con le interrogazioni a risposta immediata:

 

Davide Rossi (Lega Salvini Premier) chiede, poiché in piazza Settembrini sono previsti dei lavori di messa in sicurezza molto attesi dai cittadini, quando inizieranno e i costi per la loro realizzazione.

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: «Sono già iniziati i lavori di installazione della cancellata che assicurerà sicurezza ai fruitori della piazza e il valore dei lavori è di 40mila euro. Per quanto riguarda i tempi, contiamo di concludere tutto in 30 giorni»

 

Stefano Giordano (M5s) riporta che parecchi genitori si sono lamentati della procedura di rilevazione elettronica delle presenze giornaliere in mensa effettuate con il tablet. Si chiedono delucidazioni in merito sia sulle risorse economiche che hanno permesso l’acquisto di questi device, sia sull’ulteriore carico di lavoro che graverà sul personale della scuola, dove l’attenzione per i ragazzi deve essere massima.

Risponde l’assessore Francesco Maresca: «E’ stato avviato un processo di semplificazione e razionalizzazione nei rapporti fra cittadini e Pubblica amministrazione, la Direzione Politiche dell’Istruzione ha avviato un programma digitalizzazione per l’accesso ai servizi scolastici: iscrizioni online agli asili nido, scuole dell’infanzia, ristorazione scolastica, benefici tariffari, borse di studio per gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado e recepimento dei verbali delle commissioni mense. E’ stata realizzata un’app per le rilevazione delle presenze giornaliere degli alunni alla mensa, in modo da assicurare una più puntuale gestione della preparazione e distribuzione dei pasti e della loro contabilizzazione bimestrale alle famiglie. Questa modalità è in uso dal dicembre 2018 presso le scuole comunali e dal 4 novembre 2019 anche presso le scuole statali. Questo avverrà in due fasi, una sperimentale, dove ci sarà il doppio sistema digitale/cartaceo per poi passare, dopo due mesi, al solo utilizzo del tablet. Entro le ore 9,45 dovranno essere inviai i dati delle presenze. Le scuole comunali sono state dotate di 102 tablet e le scuole statali di 199»

 

Guido Grillo (FI) richiamando l’ordine del giorno approvato dal consiglio comunale circa la “determinazione delle tariffe relative alla tassa sui rifiuti (Tari) per l’anno 2019”, ricorda che l’Amministrazione ne intendeva attenuare l’impatto sulle famiglie genovesi, con una attenzione particolare a quelle residenti nella zona del crollo del ponte Morandi, prevedendo l’erogazione di contributi in corso d’anno. Cosa è stato fatto in tal senso?

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: «Al momento non ho ancora i dati definitivi in quanto siamo ancora in corso d’anno. Potrò essere più preciso sul numero dei contribuenti genovesi che potranno usufruire delle agevolazioni tariffarie solo al termine del recupero, da parte degli uffici, delle somme non versate dai cittadini negli ultimi quattro anni.  I parenti delle vittime del crollo del ponte Morandi sono state esentate dal pagamento di un pacchetto di tributi comunali comprendente anche la Tari. Conto di portare in giunta la delibera per estendere tale esenzione anche al prossimo anno»

 

Lo scorso 29 ottobre erano in programma degli incontri, al cinema Sivori, per informare le famiglie interessate sul nuovo sistema di gestione del servizio di trasporto e accompagnamento delle persone disabili. Tali incontri non si sono svolti e l’annullamento è stato comunicato, però, solo il pomeriggio del giorno precedente e senza fornire alcuna motivazione del perché. Cristina Lodi (PD) chiede all’assessore competente come mai ha ritenuto di dover annullare tali incontri e, soprattutto, perché con così poco preavviso che ha creato notevoli disagi alle centinaia di persone che erano state convocate.

Risponde l’assessore Francesca Fassio: «Purtroppo per motivi personali ho dovuto sconvocare all’ultimo momento questo incontro e volevo essere presente. Il Comune di Genova ha avvisato telefonicamente e Città Metropolitana per mail: purtroppo una decina di persone, su 500/600 si sono presentate e questo mi è molto dispiaciuto. Volevamo tranquillizzare le famiglie che l’accreditamento sarebbe andato avanti come già comunicato a marzo»

 

Marta Brusoni (Vince Genova) chiede quale destinazione d’uso è stata prevista per l’edificio della ex Mobil in viale Brigate Partigiane.

Risponde l’assessore Stefano Balleari: «Il bene in oggetto è tutelato dalle Belle Arti e con delibera del 18 gennaio del 2018 è stata disposto l’affidamento alla Fidas per lo svolgimento di tutte le attività legate all’attività di volontariato di donazione del sangue. A luglio 2019 è stato stipulato un contratto trentennale che prevede l’impegno del concessionario, a proprie spese, di tutti i lavori di ripristino e di manutenzione. L’immobile è stato consegnato il 19 settembre 2019 a Fidas»

 

Luca Pirondini (M5s) chiede chiarimenti sulla mancata presenza, all’interno della civica amministrazione, di un responsabile dei processi di inserimento delle persone con disabilità, così come previsto dal d.legs.165/01.

Risponde l’assessore Giorgio Viale: «Tutti gli adempimenti indicati dal D. Lgs 165/01 sono attualmente svolti dal direttore del servizio Personale dottoressa Magnani. Confermo però che all’interno della ristrutturazione dell’ufficio benessere per i dipendenti troverà posto anche questa figura»

 

I cittadini residenti a Bolzaneto lamentano il mancato funzionamento dell’avvisatore acustico del semaforo situato vicino all’edifico dell’ex sede del Municipio. Antonino Gambino (Fratelli d’Italia) ricorda che tale disservizio rende, di fatto, impossibile l’attraversamento per i non vedenti e non vi è alternativa, in quanto non sono ancora in funzione i nuovi impianti semaforici situati poco distante

Risponde l’assessore Giorgio Viale: «Sono in corso le attività di valutazione su tutti i semafori cittadini ancora sprovvisti di tale avvisatore. Mi impegno a comunicare quanto prima i dati e il costo complessivo delle installazioni»

 

È vero che Amiu Bonifiche, con i relativi mezzi, dovrebbe traferirsi nella sede della ex Bullonital, in via San Felice nel Municipio IV Valbisagno? Lo chiede Claudio Villa (PD)

Risponde l’assessore Giorgio Viale: «Con il crollo di ponte Morandi Amiu Bonifiche ha perso, di fatto, tutte le proprie disponibilità mobiliari e immobiliari: uffici, magazzini, rimessaggio veicoli e veicoli. Fino ai primi mesi di quest’anno tutto si è trasferito nel padiglione C della Fiera. Il management ha cercato nuovi spazi e ha chiesto alla controllante Amiu di trovare un sito definitivo adatto alle esigenze aziendali, per riaccorpare tutta la struttura. La sede di via San Felice permetterebbe questo, sia per gli spazi sia per la durata della locazione, prevista per 12 anni».

 

Domenica 20 ottobre le famiglie residenti in via Rubens 18 sono state evacuate perché il palazzo, a seguito delle forti piogge, presentava delle criticità. Francesco De Benedictis (Direzione Italia) domanda quale sia la situazione attuale, in quanto vi sono state altre allerta meteo che hanno provocato il crollo di una porzione di terreno dietro l’immobile e quali azioni sono state messe in atto dalla civica amministrazione sia nell’immediato sia in previsione futura.

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: «L’intervento si divide in due fasi: la prima è stata l’ingiunzione al privato a intervenire per la sua parte e che ha portato alla posa di teli di teli impermeabili per evitare ulteriori infiltrazioni. La seconda prevede la costruzione di una palificazione per sostenere il terreno. La ditta è già stata contattata e confido che in pochi giorni, data l’ottima collaborazione con il privato, si arrivi a una soluzione definitiva. Addirittura per l’inizio della prossima settimana»

 

L’ascensore e le scale mobili della stazione metro di Sarzano sono entrambe chiuse. Alessandro Terrile (PD) domanda quando saranno riattivate.

Risponde l’assessore Giorgio Viale: «Delle cinque scale mobili della stazione di Sarzano, due sono fuori servizio a causa di un danno al sistema di trazione degli scalini, avvenuto due settimane fa. Sono state fermate e controllate anche le altre tre scale mobili per scongiurare tale problema. La riparazione è a carico del costruttore e venerdì 8 novembre verrà pubblicato il bando di gara. I lavori dovranno avere inizio il 20 dicembre per concludersi, indicativamente, il 20 marzo 2020»

 

I quotidiani locali hanno riportato la notizia che il luna park natalizio, quest’anno, dovrebbe essere spostato a Cornigliano. Maurizio Amorfini (Lega Salvini Premier) riporta le preoccupazioni dei cittadini di quella delegazione, dove sono in corso i lavori di riqualificazione e non vorrebbero che questi avessero una battuta d’arresto

Risponde l’assessore Paola Bordilli: «Piazzale Kennedy è la prima scelta ma ci siamo confrontati con gli operatori per fare una riflessione su altre possibili zone. Non vogliamo assolutamente snaturare una tradizione cittadina e non intendiamo neanche individuare aree alternative che, però, vivano solo per due mesi all’anno». 

 

Alle ore 15 al termine del question time il consiglio comunale si apre con l’appello: con 36 consiglieri presenti la seduta è valida

 

Prima della trattazione dell’ordine del giorno viene osservato da tutta l’aula un minuto di silenzio per la morte in servizio a Quargnento, nell’alessandrino, di tre vigili del fuoco: Matteo Gastaldo, Marco Triches e Antonino Candido. Il consiglio comunale di Genova e il suo presidente Alessio Piana esprimono la loro vicinanza e il loro cordoglio alle famiglie delle tre vittime e al corpo dei Vigili del Fuoco, riferimento di ogni emergenza.

 

Si prosegue con la trattazione dell’ordine del giorno che prevede:

 

quattro delibere

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0452

PROPOSTA N. 68 DEL 17/10/2019

GEMELLAGGIO TRA IL COMUNE DI GENOVA ED IL COMUNE DI MURCIA (SPAGNA).

Approvata all’unanimità

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0414

PROPOSTA N. 70 DEL 24/10/2019

PARERE, AI SENSI DELL’ART. 5 COMMA 3 DELLA L.R. N. 12/2012, RELATIVO ALLA PROPOSTA DI PIANO TERRITORIALE REGIONALE DELLE ATTIVITÀ DI CAVA, PTRAC, APPROVATA CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 230 DEL 29 MARZO 2019, COMPORTANTE VARIANTI AL PTC-IP-ACL E AL PTCP, NONCHÉ PARERE IN MERITO ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE ENTRO I TERMINI DI LEGGE, RELATIVE ALLE PREVISIONI DI PIANO DI COMPETENZA TERRITORIALE DEL COMUNE DI GENOVA.

Approvata con 36 voti a favore e 1 contrario: Ubaldo Santi (Gruppo Misto)

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0376

PROPOSTA N. 62 DEL 24/09/2019

PROCEDIMENTO UNICO AI SENSI DELL’ART 10, COMMA 3, DELLA LR 10/2012 E S.M.I. PROGETTO – SU 339/2019 – INERENTE L’AMPLIAMENTO DEL PIAZZALE DELL’ATTIVITÀ PRODUTTIVA SITA IN VIA AL SANTUARIO DI N.S. DELLA GUARDIA 56 IN LOCALITÀ BOLZANETO, CON CONTESTUALE AGGIORNAMENTO DEL PIANO URBANISTICO, AI SENSI DELL’ART 43 DELLA LR 36/1997 E S.M.I.

PREVENTIVO ASSENSO IN RELAZIONE ALLE MODIFICHE DA APPORTARE ALLO STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE.

Approvata all’unanimità

 

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0378

PROPOSTA N. 63 DEL 24/09/2019

ADOZIONE DI AGGIORNAMENTO AL PUC, AI SENSI DELLA DISCIPLINA DEL MEDESIMO PUC RELATIVA AI SERVIZI PUBBLICI (SIS-S), ART. SIS-S-2, PER LA RIDEFINIZIONE DELLA DISCIPLINA URBANISTICA DEI TERRENI COLLOCATI NEI PRESSI DI VIA CARSO, A GENOVA – MUNICIPIO IV MEDIA VAL BISAGNO.

Approvata con 37 voti a favore e 1 astenuto: Ubaldo Santi (Gruppo Misto)

 

Al termine della votazione delle delibere iscritte all’ordine del giorno i lavori del consiglio comunale sono stati interrotti per consentire alla conferenza capigruppo di presentare e votare tre ordini del giorno “fuori sacco”.

 

Il primo impegna il Sindaco e la Giunta a fornire indirizzi alle Società Partecipate al fine di evitare in futuro quanto è accaduto  a seguito del licenziamento di un dipendente di una di tali Società, avvenuto per motivazioni di inidoneità del lavoratore e per economie dell’Azienda.

Il secondo impegna il Sindaco e la Giunta a intraprendere un’azione sinergica, insieme con i Municipi e la Regione Liguria, nei confronti di Poste Italiane affinché sia garantito il mantenimento degli uffici postali che rappresentano un servizio della popolazione più fragile e a sollecitare le iniziative più idonee atte a garantire per i lavoratori e per gli utenti delle fasce più deboli della popolazione residente , una prospettiva di continuità a lungo termine, attraverso un necessario percorso di investimenti e riorganizzazione di nuovi servizi.

Il terzo chiede che il Sindaco e la Giunta intraprendano con la massima urgenza tutte le iniziative necessarie affinché a livello governativo si mettano in campo tutte le azioni necessarie per garantire la continuità produttiva dell’ex Ilva e la conseguente tutela occupazionale dei dipendenti di tutta l’Azienda, inclusi quelli dello stabilimento di Genova Cornigliano, nel pieno rispetto della salute pubblica e dell’ambiente.

Tutti e tre sono approvati all’unanimità

 

due mozioni

 

MOZIONE 0104 08/10/2019

Piano straordinario creazione parcheggi interscambio.

Atto presentato da: Ceraudo Fabio, Giordano Stefano, Immordino Giuseppe, Pirondini Luca, Tini Maria

RINVIATA

 

MOZIONE 0112 22/10/2019

Realizzazione della ZLS a Genova in attuazione della Legge di conversione del Decreto Genova.

Atto presentato da: Cassibba Carmelo, Brusoni Marta, Ottonello Vittorio, Baroni Mario, Campanella Alberto, De Benedictis Francesco, Fontana Lorella, Mascia Mario.

RINVIATA

 

due interpellanze

 

INTERPELLANZA 0100 14/10/2019

Dissesto in Via Stallo di Bavari.

Atto presentato da: Bertorello Federico.

RINVIATA

 

INTERPELLANZA 0102 17/10/2019

Bandi microimprese zona Morandi.

Atto presentato da: Lodi Cristina

RINVIATA

 

Il consiglio comunale si è concluso alle ore 18,00

 

Ultimo aggiornamento: 05/11/2019