Il marketing territoriale del Comune mette a tacere le fake news su Genova isolata

Contenuto

Il Gruppo Onorato Armatori contribuisce con una mini crociera per tour operator a convincere e dimostrare all'Europa che la nostra città è facilmente raggiungibile

michele luna

 

Si sta allontanando nel tempo il 14 agosto 2018, il giorno del crollo del Ponte Morandi, ma ancora permane sui social, e non solo, la fake news che Genova sia isolata. Per fare chiarezza, il Comune promuove e incoraggia tutte le iniziative volte a smentire questa immagine distorta, con azioni di marketing a partire dal settore turistico.

 

Oggi, a Palazzo Tursi, il sindaco di Genova Marco Bucci e il vicepresidente e responsabile commerciale Onorato Armatori, Alesandro Onorato, insieme agli assessori al marketing e al turismo di comune e regione, hanno presentato una capillare operazione di marketing territoriale finalizzata a dare l’immagine di una Genova  e di una Regione facilmente raggiungibili, che registrano incrementi record nel mercato turistico, anche sulla base di una strategia condivisa di destagionalizzazione e di valorizzazione del territorio.

 

L'iniziativa conferma, prima di tutto, la fiducia che il gruppo Onorato Armatori ha riposto nelle capacità e nella volontà della città, dei suoi abitanti e delle istituzioni. Proprio il gruppo Onorato si è reso disponibile facendosi parte diligente per sensibilizzare tutti gli agenti di viaggio suoi partner nei mercati di riferimento su Genova - Lombardia, Piemonte, Francia, Svizzera, Austria e Germania lanciando un messaggio inequivocabile “Genova città aperta”.

 

Questa sera partirà dal porto di Genova una nave del gruppo Onorato diretta in Corsica che ospiterà a bordo decine di rappresentanti di alcuni fra i più importanti tour operator e agenti di viaggio del nord Italia e dei paesi europei che idealmente gravitano su Genova.

 

“Genova non è un’isola collegata da un ponte. Genova - sottolinea Marco Bucci, sindaco di Genova - è sempre stata raggiungibile in ogni modo: via mare, aereo, treno, macchina e moto. Sin dai primi giorni successivi al crollo di ponte Morandi abbiamo messo in atto diverse soluzioni per riuscire a migliorare al massimo la viabilità in città. La realizzazione della Gronda a mare, che collega il casello di Genova Aeroporto con quello di Genova Ovest affacciandosi sul Terminal traghetti, è una delle soluzioni che permetteranno a tutti gli utenti del nostro porto di poter viaggiare senza criticità. Il nostro ringraziamento va alla famiglia Onorato, a Moby e a Tirrenia, per il grande impegno dimostrato in questi mesi a sostegno del nostro porto e della nostra città”.

 

"Un'operazione capillare che ha avuto un grande successo, anche commerciale - spiega Alessandro Onorato, vicepresidente del gruppo e responsabile commerciale - e che si conclude oggi con la partenza di una minicrociera per la Corsica espressamente dedicata agli agenti di viaggio che hanno aderito con entusiasmo dal Nord Ovest e dai nostri mercati europei di riferimento. Sarà per loro l'occasione di toccare con mano il messaggio di cui sono stati testimoni e cioè che Genova è regolarmente raggiungibile e che la città è il trampolino che attraverso le nostre navi consente di raggiungere alcune fra le più straordinarie località turistiche del Mediterraneo; e da Genova, è il caso di ricordarlo, operano sette navi nel periodo di maggiore afflusso turistico".

Ultimo aggiornamento: 10/05/2019