Il sindaco domani al Salone Milano AutoClassica per presentare i GP Days - omaggio a Giorgio Parodi

Contenuto

Al fondatore genovese della Moto Guzzi, imprenditore di successo, aviatore e sportivo dedicati una serie di eventi tra il 2020 e il 2021, compresa una parata di moto e velivoli storici al Porto Antico

Fabrizio Assandri

Sabato 26 settembre il sindaco di Genova Marco Bucci e l’assessore ai Grandi Eventi Paola Bordilli saranno alla Fiera Milano Rho, nell’ambito del salone Milano AutoClassica, per presentare al grande pubblico l’evento “GP Days 2021”, tributo a Giorgio Parodi, fondatore genovese della storica “Moto dell’Aquila”, la Moto Guzzi. Una storia di successo di imprenditoria genovese, che Genova ha deciso di celebrare in vista di due ricorrenze speciali: il centenario della fondazione di Moto Guzzi (atto costitutivo redatto e registrato a Genova il 15 marzo 1921) e l’avvicinarsi del centenario della fondazione dell’Aeronautica militare, che nasce con il regio decreto del 28 marzo 1923. Due centenari uniti da un’aquila, stemma delle moto Guzzi e simbolo dei piloti: la stessa aquila che Parodi portò sempre orgogliosamente con sé, sia in volo sia sulle piste motociclistiche di tutto il mondo.

 

I GP Days prevedono tre giorni di eventi a Genova, dal 14 al 16 maggio 2021, a cui si aggiunge un’anteprima, quest’autunno, legata al Giubileo Lauretano. L’Aeronautica Militare fornirà supporto con iniziative ora allo studio dello Stato Maggiore, da realizzarsi sia nell’autunno 2020 per il Giubileo sia nel corso dei GP Days del 2021. Un’“invasione” di motociclette e velivoli storici, ma anche un libro e una statua, sono tanti gli eventi previsti, compresi quelli corollari: domenica 27 settembre 2020 avrà il suo battesimo ufficiale il Moto Guzzi Club Genova, che riunisce possessori e simpatizzanti del marchio. L’appuntamento è in corso Podestà 5, nei pressi della sede dove nacque la celebre casa motociclistica.

 

“È un onore rappresentare Genova insieme al nostro Sindaco in una manifestazione come Milano AutoClassica – dice l’assessore ai Grandi Eventi Paola Bordilli -. Un'occasione, soprattutto, per presentare a livello nazionale e internazionale l'invito a una tre giorni che il Comune sta fortemente supportando e che vede in Giorgio Parodi, nella sua visione imprenditoriale, nella sua figura di precursore e nel suo genio, il fulcro di una storia a cui Genova è riconoscente. Siamo perciò pronti a celebrare orgogliosamente la sua memoria”.

 

Milano AutoClassica

Quella che si tiene dal 25 al 27 settembre è la decima edizione della rassegna di Fiera Mi-lano interamente rivolta al motorismo storico. Una Fiera che nell’ultima edizione, pre-covid, a novembre 2019, ottenne quasi 77 mila visitatori, con più di 3 mila auto storiche in esposizione e numerose case costruttrici presenti in forma ufficiale o rappresentate dalle filiali italiane (Abarth, Alpine, Bentley, Bmw, Jaguar Land Rover, Lotus, McLaren). Il Comune di Genova sarà ospite allo stand dell’ASI, Automotoclub Storico Italiano, all’interno del Padiglione 22 alle 11,30: oltre al sindaco Bucci e l’assessore Bordilli saranno presenti il presidente ASI Alberto Scuro ed Elena Bagnasco, nipote di Giorgio Parodi e presidente dell’associazione a lui dedicata. Il momento clou dell’incontro sarà trasmesso sul profilo Facebook del Comune di Genova – Genova Municipality. Dopo la presentazione istituzionale, per entrare più nel merito dell’evento si aggiungeranno Leonardo Greco, consigliere ASI, Palmino Poli, commissione ASI Manifestazioni Moto e Luca Manneschi, commissione ASI Cultura. Allo stand dell’ASI saranno anche esposti modelli di Moto Guzzi e di altre case motociclistiche.

 

Il giubileo lauretano

Nel 2020 ricorre il Centenario della proclamazione della Madonna di Loreto, patrona degli aeronauti, le cui celebrazioni sono collegate al progetto di beneficenza “Un dono dal cielo”, promosso dalla Aeronautica Militare, i cui proventi saranno destinati al Gaslini di Genova e agli ospedali pediatrici Bambino Gesù di Roma e Santobono-Pausilipon di Napoli. La devozione alla Vergine Lauretana accomuna l’Aeronautica Militare e Genova liberata dalla dominazione straniera nel 1746 in virtù di un voto fatto dal Senato della Repubblica nel Santuario a lei dedicato in Oregina e dagli aeronauti.

 

Per quanto riguarda Genova, la sezione locale dell’Associazione Arma Aeronautica ha dato disponibilità ad accogliere in città la statua della Vergine Lauretana itinerante nell’autunno 2020, in una data e con modalità in via di definizione, anche a causa Covid. L’arrivo della statua a Genova sarà accompagnato da appuntamenti religiosi e laici: si tratta di un’iniziativa di concreta solidarietà, che fa riferimento alla storia e alla cultura del territorio genovese.

 

I GP Days del 2021

Dal 14 al 16 maggio 2021 Genova diventerà per tre giorni la capitale dei “guzzisti” di tutto il mondo, ma anche sede di eventi e appuntamenti godibili da tutti, cittadinanza e turisti. Ricco di iniziative il programma che l’associazione Giorgio Parodi, insieme con il Comune di Genova, ha previsto per le manifestazioni che si svolgeranno al Porto Antico. Aerei e motociclette promettono di rendere unico l’evento: ASI (Automotoclub Storico Italiano) selezionerà 100 motociclette d’epoca che parteciperanno. Falcone, Airone, Galletto, sono alcuni dei suggestivi nomi – il riferimento al volo è evidente – delle fascinose motociclette nate dalla volontà dell’imprenditore genovese Giorgio Parodi e del suo geniale progettista Carlo Guzzi. Le 100 motociclette e saranno esposte in piazza De Ferrari il venerdì, mentre il sabato partiranno dal Gaslini per arrivare in piazzetta a Portofino. A ricordare la passione per il volo di Parodi saranno alcuni velivoli storici che, grazie alla Commissione Aeronautica dell’ASI, sorvoleranno il Porto Antico. Curatrice delle iniziative e ideatrice della kermesse è Elena Bagnasco, presidente dell’Associazione Giorgio Parodi e nipote dell’imprenditore cui è dedicato il libro, in pubblicazione, “Giorgio Parodi - Le ali dell’aquila” che racconta la vita avventurosa di “Lattuga” – soprannome scelto dal pilota – con foto e racconti inediti.

 

Fervono intanto i lavori per realizzare una statua a lui dedicata, ad opera dell’artista Ettore Gambioli, già autore del monumento a Carlo Guzzi, nel Comune di Mandello del Lario. Ciò sarà possibile anche grazie al contributo di antiche realtà imprenditoriali, come il “Tonno Angelo Parodi”, il cui fondatore – nonno di Giorgio – venne citato nell’atto costitutivo della azienda motociclistica, perfezionato a Genova presso lo studio del notaio Cassanello, quel fatidico 15 marzo 1921; la statua sarà posizionata nei pressi di dove sorgeva lo studio notarile, nel quartiere di Carignano. L’Associazione Giorgio Parodi ha dato il via alle iscrizioni alla manifestazione, aperte a tutti, motociclisti e no, attraverso il sito www.giorgioparodi.it. È stata anche creata la pagina Facebook “Giorgio Parodi Le ali dell’Aquila” e l’evento Facebook “GP Days”. Con l’iscrizione sarà possibile sostenere il progetto del Padiglione di Medicina Fisica e Riabilitazione dell’Istituto Giannina Gaslini: un gesto che offrirà un concreto aiuto ai giovani pazienti e consentirà di ottenere un gadget ricordo. Un altro momento dedicato alla solidarietà sarà la cena di gala nei saloni di Palazzo Ducale, il cui ricavato andrà a favore del Gaslini, cui andranno anche le donazioni raccolte durante gli eventi.

 

Un genovese illustre

Le Istituzioni liguri con in testa il Comune di Genova hanno inteso, insieme all’ Aeronautica Militare ed all’Associazione Arma Aeronautica (AAA) genovese, identificare Giorgio Parodi quale figura di riferimento istituzionale; cittadino esemplare, con il suo impegno, ha saputo coniugare il proprio profilo di valoroso aviatore plurimedagliato in tre conflitti con quello, altrettanto brillante, di imprenditore di successo e appassionato sportivo, di volo e di moto. Cofirmatario e fondatore di Moto Guzzi è Parodi, imprenditore e aviatore (da questa sua passione e dal ricordo di Giovanni Ravelli, amico scomparso durante un volo di collaudo, nasce l’inserimento dell’aquila, simbolo del corpo aeronautico della prima guerra mondiale, nel logo Guzzi). La sede legale di Moto Guzzi è rimasta a Genova fino al 1953.

 

Parodi è ricordato anche perché su sua iniziativa nasce la sezione genovese dell’Aero Club d’Italia, di cui è primo presidente e istruttore della Scuola di volo che oggi porta il suo nome. In seguito è stato figura di riferimento nel panorama aviatorio nazionale. Partecipa da volontario alla Prima guerra mondiale a bordo degli idrovolanti della Regia Marina; tra le due guerre dà impulso alle sue due grandi passioni, le moto ed il volo. Nel 1928 fonda quello che oggi conosciamo come l’Aeroclub di Genova e anima le giornate aeree presso il Lido di Albaro, avviando al volo le giovani generazioni. Nel 1935, ancora volontario, il capitano pilota Parodi parte in guerra per l’Africa Orientale Italiana, nelle file della Regia Aeronautica. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale è ancora in volo; ferito gravemente, esce dal conflitto e, dopo la guerra, riprende con successo la sua attività imprenditoriale fino alla morte, avvenuta nel 1955. La Moto Guzzi esce dall’orbita della famiglia Parodi nel 1969.

Ultimo aggiornamento: 25/09/2020