Metropolitana. In attesa del treno si guarda la tv

Contenuto

Trentadue schermi che trasmettono i principali fatti del mondo e le notizie d'attualità. Ma anche musica, intrattenimento e le novità del servizio clienti Amt. Sempre in primo piano i tempi di arrivo e di partenza dei treni
 

L'idea è quella di dare ai passeggeri in attesa del treno più informazioni sui servizi Amt,  attirando la loro attenzione attraverso programmi di intrattenimento televisivo. Va in soffitta, dunque, il vecchio freddo monitor informativo, soppiantato da un moderno apparecchio tv, costantemente collegato sui principali fatti del mondo, notizie d'attualità e musica.

 

Un progetto integrato di video informazione presentato questa mattina all'interno della stazione di piazza De Ferrari dall'assessore ai Trasporti e mobilità integrata Matteo Campora, dall'amministratore unico Amt Marco Beltrami e dall'amministratore delegato Telesia Gianalberto Zapponini. E' stato realizzato grazie alla partnership tra AMT e Telesia, la media tech company del gruppo Class Editori leader del segmento GO TV, che da oltre 30 anni realizza soluzioni integrate per la video comunicazione in ambienti ad alta frequentazione, come aeroporti e metropolitane.

 

"Si tratta - ha detto l'assessore ai Trasporti e mobilità integrata Matteo Campora - di una novità importante che va verso l'obiettivo di dare un servizio di maggiore qualità ai cittadini, offerto da Telesia attraverso un palinsesto particolarmente interessante. Serve al passeggero in attesa sulla banchina sia per passare il tempo sia per acquisire notizie sui servizi dell'Amministrazione e dell'Amt. E' uno strumento che va nella direzione di rendere il viaggio in Metropolitana sempre più appetibile e confortevole".

 

I contenuti visibili sui monitor, in tutto 32 schermi divisi tra le stazioni di Brignole, De Ferrari, Sarzano/Sant’Agostino, San Giorgio, Darsena, Dinegro, e Brin, saranno diversificati e si alterneranno in modo da garantire sempre una varietà di argomenti: un vero e proprio palinsesto tv. Saranno ovviamente presenti, e quindi valorizzate dall’efficacia del canale comunicativo, anche tutte le informazioni su AMT con notizie sull’azienda e aggiornamenti in tempo reale sul servizio. Spazio anche per le campagne dedicati agli utenti della metro. Tutti questi contenuti si alterneranno sugli schermi mentre resterà sempre visibile l’indicazione dei tempi di arrivo del treno.

 

“La metropolitana di Genova sta crescendo nell’abitudine di utilizzo dei genovesi ed è giusto farla crescere anche nella qualità del servizio offerto. La proposta di Telesia ci consente di offrire un servizio informativo di qualità in banchina e di rendere più incisiva la nostra comunicazione sui servizi offerti. Un progetto portato avanti con dei partner leader di mercato che porta la nostra metro a livello delle migliori esperienze italiane” dichiara Marco Beltrami, amministratore unico AMT.

 

La GO TV di Telesia trasmette anche nei 15 principali aeroporti italiani, nelle metropolitane di Milano, Roma e Brescia, a bordo dei treni della metropolitana di Roma e sugli autobus di Milano, Roma, Arezzo e Siena.

 

"Siamo molto contenti – ha dichiarato Gianalberto Zapponini, amministratore delegato Telesia - di questa collaborazione avviata con l'Azienda dei Trasporti di Genova. Telesia è già presente da molti anni nell'Aeroporto di Genova, con il canale Telesia Airport, e nella metropolitana della città ha portato l’esperienza tecnologica e di content management sviluppata in quasi 30 anni di attività”

 

La realizzazione del progetto ha richiesto interventi sulle tecnologie di comunicazione portati avanti con investimenti congiunti dalle due aziende.

 

“Il network di Genova è un nuovo e ulteriore touchpoint della Go TV di Telesia che, in continua ascesa mese dopo mese, in un mercato degli investimenti pubblicitari in flessione, emerge indiscutibilmente come uno dei pochi mezzi in forte crescita - sottolinea Angelo Sajeva, consigliere delegato per coordinamento commerciale e gestione di quotidiani e magazine Class Editori -. Con la metro del capoluogo ligure nasce una nuova comunicazione con la terza città del nord Italia per numero di abitanti, oltre 580.000, che diventano ben 1.5 milioni se si considera l'area metropolitana”.

Ultimo aggiornamento: 10/02/2020