Orientamenti il Salone del Saper Fare, dal 12 al 14 novembre al Porto Antico

Contenuto

Una tre giorni dedicata ai giovani, con più di 360 appuntamenti. Toti: "salone-guida italiano dell'orientamento dei giovani". Alfa ed Ex-Otago tra gli ospiti

mariella schenone

Con il titolo “Il salone del Saper Fare" e nel nome di Leonardo da Vinci, sintesi perfetta di scienza e tecnica, ingegno, creatività e manualità, artigianato e arte, torna Orientamenti, la manifestazione dedicata agli studenti che si terrà dal 12 al 14 novembre nell’area del Porto Antico e avrà il suo quartier generale nei Magazzini del Cotone. La kermesse, che giunge quest’anno all’edizione numero 24, è stata presentata venerdì 8 novembre nella sala della Trasparenza di Regione Liguria.

 

Erano presenti, per la Regione, il presidente Giovanni Toti, l’assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali Ilaria Cavo e l'assessore allo Sviluppo economico e Imprenditoria Andrea Benveduti, mentre rappresentava il Comune di Genova l’assessore alle Politiche Culturali, Politiche dell'Istruzione, Politiche per i Giovani Barbara Grosso. In video, il saluto del sottosegretario del MIUR (ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca) Giuseppe De Cristofaro.

 

È stata Ilaria Cavo, assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali della Regione Liguria, a illustrare nei dettagli il fitto programma: «Innanzitutto Orientamenti è diventato itinerante ed è un marchio che sta girando l’Italia. A Genova colonizzerà tutta l’area del Porto Antico e anche altri luoghi in città, come il palazzo della Borsa - dove lunedì 11 ci sarà un anticipo con il Career day - Palazzo Ducale, Palazzo San Giorgio, Acquario e Museo della Navigazione. Il salone del Saper Fare quest’anno affronterà il mismatch, ovvero il divario tra domanda e offerta di lavoro, che in Liguria per le professioni tecniche è del 41%.  In questa edizione puntiamo a tre aree tematiche: il digitale, con big data, intelligenza artificiale e internet delle cose; l’eco sostenibilità, con blue e green economy; l'industria turistica e culturale con le professioni legate a cultura, formazione e turismo. I giovani devono sapere che da parte delle aziende c’è una forte domanda di professioni tecniche e specialistiche».

 

Numerose le attrazioni e gli eventi della tre giorni dedicata ai giovani, ma anche alle famiglie con l’estensione dell'orario sino alle ore 22: dalle 'Bolle' del saper fare, alle Olimpiadi dei mestieri, passando per gli incontri, sulla ruota panoramica, con i “capitani coraggiosi” (esponenti del mondo del lavoro come, per citarne alcuni Alessandro Profumo, Sabrina Diamanti, Giuseppe Zampini). Tra le novità, la macchina mangia plastica, la maratona pulisci e corri, la parete dei post.

 

Sarà un salone per tutti, dai bambini delle elementari, ai 'junior' delle medie, ai 'senior' delle superiori, degli Its e dei mestieri. Non mancheranno una gara di robotica, un hackathon, l’Aliseo night e l’evento di chiusura con la Notte dei Talenti.

 

Per la giornata inaugurale, tre testimonial d’eccezione: Alfa, Lorenzo Baglioni e Rudy Zerbi, mentre protagonisti della serata finale saranno gli Ex-Otago che eseguiranno alcuni brani ‘live’ dedicati al pubblico del Salone Orientamenti.

 

«Il Salone Orientamenti – ha affermato Barbara Grosso – è il principale appuntamento di presentazione dell’offerta formativa e di servizi di orientamento dedicato agli studenti, per aiutarli a scegliere consapevolmente l’indirizzo di studio, ma anche ai giovani in cerca di occupazione e agli addetti ai lavori. Quest’anno si è scelto il filo conduttore del Saper fare che, tradotto, significa riuscire a valorizzare, promuovere, indirizzare e favorire l’acquisizione delle giuste competenze, soprattutto per i più giovani che hanno a cuore il proprio futuro. Spesso, la scelta della scuola secondaria di II grado può creare incertezza nei ragazzi che, appena usciti dalla scuola media, si trovano di fronte a una decisione che li coinvolgerà nei successivi cinque anni, ma anche in quelli a venire. Ecco – ha concluso – la sfida di Orientamenti è proprio quella di facilitare gli studenti attraverso l’illustrazione delle diverse offerte scolastiche, nella consapevolezza che la giusta strada formativa e professionale non si trova per caso, ma si costruisce poco alla volta, attivando un circolo virtuoso tra il sistema formativo, il mondo delle imprese e le istituzioni».

 

Orientamenti è organizzato da Regione Liguria e dal comitato promotore composto da Comune di Genova, Città Metropolitana di Genova, Università degli Studi di Genova, Ufficio Scolastico Regionale e Camera di Commercio in collaborazione con il MIUR ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

 

Si inizia martedì 12 novembre: l’appuntamento, lanciato dal presidente Toti, è per tutti alle ore 9.15 a Calata Falcone e Borsellino.

 

Ultimo aggiornamento: 08/11/2019