#iorestoacasa

le misure urgenti per il contenimento del Coronavirus

Orientamenti il Salone del Saper Fare, dal 12 al 14 novembre al Porto Antico

Contenuto

Una tre giorni dedicata ai giovani, con più di 360 appuntamenti. Toti: "salone-guida italiano dell'orientamento dei giovani". Alfa ed Ex-Otago tra gli ospiti

mariella schenone

Con il titolo “Il salone del Saper Fare" e nel nome di Leonardo da Vinci, sintesi perfetta di scienza e tecnica, ingegno, creatività e manualità, artigianato e arte, torna Orientamenti, la manifestazione dedicata agli studenti che si terrà dal 12 al 14 novembre nell’area del Porto Antico e avrà il suo quartier generale nei Magazzini del Cotone. La kermesse, che giunge quest’anno all’edizione numero 24, è stata presentata venerdì 8 novembre nella sala della Trasparenza di Regione Liguria.

 

Erano presenti, per la Regione, il presidente Giovanni Toti, l’assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali Ilaria Cavo e l'assessore allo Sviluppo economico e Imprenditoria Andrea Benveduti, mentre rappresentava il Comune di Genova l’assessore alle Politiche Culturali, Politiche dell'Istruzione, Politiche per i Giovani Barbara Grosso. In video, il saluto del sottosegretario del MIUR (ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca) Giuseppe De Cristofaro.

 

È stata Ilaria Cavo, assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali della Regione Liguria, a illustrare nei dettagli il fitto programma: «Innanzitutto Orientamenti è diventato itinerante ed è un marchio che sta girando l’Italia. A Genova colonizzerà tutta l’area del Porto Antico e anche altri luoghi in città, come il palazzo della Borsa - dove lunedì 11 ci sarà un anticipo con il Career day - Palazzo Ducale, Palazzo San Giorgio, Acquario e Museo della Navigazione. Il salone del Saper Fare quest’anno affronterà il mismatch, ovvero il divario tra domanda e offerta di lavoro, che in Liguria per le professioni tecniche è del 41%.  In questa edizione puntiamo a tre aree tematiche: il digitale, con big data, intelligenza artificiale e internet delle cose; l’eco sostenibilità, con blue e green economy; l'industria turistica e culturale con le professioni legate a cultura, formazione e turismo. I giovani devono sapere che da parte delle aziende c’è una forte domanda di professioni tecniche e specialistiche».

 

Numerose le attrazioni e gli eventi della tre giorni dedicata ai giovani, ma anche alle famiglie con l’estensione dell'orario sino alle ore 22: dalle 'Bolle' del saper fare, alle Olimpiadi dei mestieri, passando per gli incontri, sulla ruota panoramica, con i “capitani coraggiosi” (esponenti del mondo del lavoro come, per citarne alcuni Alessandro Profumo, Sabrina Diamanti, Giuseppe Zampini). Tra le novità, la macchina mangia plastica, la maratona pulisci e corri, la parete dei post.

 

Sarà un salone per tutti, dai bambini delle elementari, ai 'junior' delle medie, ai 'senior' delle superiori, degli Its e dei mestieri. Non mancheranno una gara di robotica, un hackathon, l’Aliseo night e l’evento di chiusura con la Notte dei Talenti.

 

Per la giornata inaugurale, tre testimonial d’eccezione: Alfa, Lorenzo Baglioni e Rudy Zerbi, mentre protagonisti della serata finale saranno gli Ex-Otago che eseguiranno alcuni brani ‘live’ dedicati al pubblico del Salone Orientamenti.

 

«Il Salone Orientamenti – ha affermato Barbara Grosso – è il principale appuntamento di presentazione dell’offerta formativa e di servizi di orientamento dedicato agli studenti, per aiutarli a scegliere consapevolmente l’indirizzo di studio, ma anche ai giovani in cerca di occupazione e agli addetti ai lavori. Quest’anno si è scelto il filo conduttore del Saper fare che, tradotto, significa riuscire a valorizzare, promuovere, indirizzare e favorire l’acquisizione delle giuste competenze, soprattutto per i più giovani che hanno a cuore il proprio futuro. Spesso, la scelta della scuola secondaria di II grado può creare incertezza nei ragazzi che, appena usciti dalla scuola media, si trovano di fronte a una decisione che li coinvolgerà nei successivi cinque anni, ma anche in quelli a venire. Ecco – ha concluso – la sfida di Orientamenti è proprio quella di facilitare gli studenti attraverso l’illustrazione delle diverse offerte scolastiche, nella consapevolezza che la giusta strada formativa e professionale non si trova per caso, ma si costruisce poco alla volta, attivando un circolo virtuoso tra il sistema formativo, il mondo delle imprese e le istituzioni».

 

Orientamenti è organizzato da Regione Liguria e dal comitato promotore composto da Comune di Genova, Città Metropolitana di Genova, Università degli Studi di Genova, Ufficio Scolastico Regionale e Camera di Commercio in collaborazione con il MIUR ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

 

Si inizia martedì 12 novembre: l’appuntamento, lanciato dal presidente Toti, è per tutti alle ore 9.15 a Calata Falcone e Borsellino.

 

Ultimo aggiornamento: 08/11/2019