Presentazione Pratiche edilizie

Contenuto

Sezione servizi: 
Edilizia
Tipologia servizio: 
Richiesta
Accesso: 
Accesso tramite autenticazione Spid

Tabella interventi edilizi

In attesa dell’approvazione da parte dello Stato del "glossario unico delle opere edilizie" con il quale verranno individuate le principali opere edilizie e le relative categorie di intervento a cui appartengono, al fine di una più agevole individuazione del regime amministrativo dei diversi interventi edilizi, lo Sportello Unico dell’Edilizia ha provveduto ad elaborare, a titolo provvisorio,una tabella degli interventi edilizi reperibile al sottostante link, strutturata su tre colonne, in particolare: 

  • nella prima colonna sono individuate le "attività" della tabella A - Sezione II Edilizia, allegata al decreto legislativo 222/2016; 
  • nella seconda colonna è elencato il regime amministrativo (Attività Libera, CIL, CILA, SCIA, SCIA alternativa al permesso, permesso di costruire/autorizzazione) e la relativa normativa di riferimento; 
  • nella terza colonna sono indicate invece le diverse casistiche di interventi edilizi attuabili con i regimi amministrativi della seconda colonna. Tabella interventi edilizi

 

Tabella interventi edilizi (ultima versione 03/02/2020)

 

ATTENZIONE:

Si comunica che il giorno 6 agosto p.v. saranno cancellati i documenti allegati alle pratiche edilizie e alle opere strutturali ( cemento armato), inviate entro il 31 marzo 2020, procedendo al riordino dell’archivio della sezione “le mie pratiche” . Dopo tale operazione non sarà più possibile aprire/scaricare i documenti allegati. Pertanto, eventuali salvataggi di documenti (di pratiche inviate prima del 31 marzo 2020) andranno effettuati entro il 5 agosto 2020, accedendo tramite il tasto “le mie pratiche”. 
Si precisa che detta cancellazione non produrrà ovviamente alcun effetto sui documenti conservati nell'archivio documentale informatico dell'Ente e quindi sulla banca dati del SUE.

In tutti quanti i casi in cui viene conferita “procura” per la presentazione della pratica al tecnico incaricato, il sistema genererà automaticamente un MODULO di PROCURA contenente tutti i dati inseriti a sistema, sia del procuratore sia del richiedente (o dei richiedenti nel caso ve ne siano più d’uno). Esso dovrà essere: 

  • scaricato
  • stampato
  • sottoscritto con firma autografa del/dei dichiarante/i
  • acquisito digitalmente mediante scansione, sottoscritta con firma digitale forte dal procuratore;nella medesima scansione deve SEMPRE essere inserita la copia informatica di un documento di identità valido di ognuno dei sottoscrittori 
  • allegato alla pratica edilizia di riferimento (identificata dal codice pratica riportato automaticamente nell’apposito riquadro)

dichiarazione relativa all'ubicazione

anteprima della schermata con campi di ricerca

La dichiarazione relativa all'ubicazione dell'immobile oggetto di intervento è costituita da due sezioni:

una contraddistinta dalla dicitura CAMPI PER LA RICERCA:, costituita da campi editabili

una contraddistinta dalla dicitura UBICAZIONE IMMOBILE:, costituita per la maggior parte da "campi" non editabili in quanto i dati da inserire in essi si autocompilano tramite collegamento con la "banca dati" della Toponomastica cittadina. L’unico campo editabile liberamente è quello relativo alla "località”, esso può essere valorizzato ma non è un campo obbligatorio, vale a dire la dichiarazione è completa ed il semaforo diventerà verde anche in assenza della suddetta indicazione.

La compilazione della dichiarazione si effettua nel seguente modo:

scrivere nei due campi editabili della sezione CAMPI PER LA RICERCA rispettivamente il nome o parte di esso (cosiddetto "Campo Chiave”) della via in cui è ubicato l'immobile, ed il numero civico dell’immobile oggetto di intervento.

Ad esempio per via XXV Aprile digitare solamente "Aprile" che costituisce la parte principale

cliccare sul bottone "CERCA". Il sistema avvierà la ricerca nella banca dati toponomastica e presenterà un elenco contenente tutte le vie contenenti il campo chiave indicato e per tutti gli immobili contraddistinti dal numero civico indicato, tutti i numeri interni dei civici stessi, nella colonna colore è anche indicato il civico rosso se presente.

cliccare sul tasto "Seleziona" per individuare l'immobile di interesse. Si specifica che può essere selezionato, a seconda del caso che interessa o il civico rosso o l'intero immobile o il singolo interno. Il sistema compilerà automaticamente i campi della sezione UBICAZIONE IMMOBILE:

Cliccare sul tasto "SALVA E TORNA AL MODELLO UNICO" che compare al termine dell'elenco: la dichiarazione apparirà completamente compilata ed il semaforo nel modello sarà di colore verde.

N.B.Qualora l’immobile sia contraddistinto da più numeri civici oppure l'intervento interessi più singole unità immobiliari essi/esse potranno essere aggiunti/e cliccando sul tasto "+ ". 

In caso di interventi su aree inedificate, prive di n civico in toponomastica occorre scrivere nel campo "numero civico da cercare"il n. civico dell'immobile più vicino.

L’elenco degli allegati in parte obbligatori in parte generati dal sistema in conseguenza delle scelte effettuate tramite "SI"e "NO" nella pagina delle "Condizioni da selezionare in relazione allo specifico intervento edilizio o alla specifica istanza”, è visibile nella parte terminale della schermata di compilazione.

Esso è composto da due colonne, quella di destra contiene il titolo del documento, quella di sinistra contiene il link di collegamento al relativo documento, apribile direttamente cliccando sul nome. Nei casi in cui il nome file è composto dalla sigla DOC_ seguita da un numero (es: DOC_001) il documento è un descrittivo dettagliato del contenuto del documento atteso che il professionista elaborerà in autonomia, nel caso invece in cui nel nome file compare la lettera A seguita da un numero (es: A38) il documento è un Modello. I "Modelli A"devono essere scaricati, stampati, compilati, firmati con firma autografa ed allegati.

Di seguito un esempio di schermata di riferimento.

 immagine della procedura
Qualora si riscontrino difficoltà nella visualizzazione di tali modelli, si consiglia di utilizzare il Browser denominato "Firefox Mozilla”

L’indirizzo PEC da inserire nell’apposito campo della sezione denominata "anagrafica" può essere liberamente scelto (non è obbligatorio utilizzare quello assegnato all’atto della registrazione a Spid). Esso sarà l’indirizzo cui verranno inviate tutte le comunicazioni riguardanti la pratica.

INDIRIZZO ESTERO

Nel caso di un cittadino richiedente, residente all’estero, la compilazione deve essere effettuata come da indicazioni nel documento qui riportato

Ultimo aggiornamento: 29/07/2020