TARI Scadenze e modalità di pagamento

Contenuto

Per l’anno 2020 la TARI viene riscossa in acconto e saldo.

L’acconto è calcolato sulla base delle tariffe approvate, per l’anno 2019, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 22 gennaio 2019.

Il saldo verrà calcolato sulla base delle tariffe 2020 che saranno approvate con deliberazione del Consiglio Comunale entro il 31 luglio 2020

 

Per l’anno 2020 con deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 26 maggio 2020 sono state fissate il numero delle rate e le scadenze delle stesse così come segue:

 

Utenze non domestiche

 

tempora voluptates delectus
Rata Scadenza
prima rata 15 LUGLIO 2020
seconda rata 14 AGOSTO 2020
terza rata 15 SETTEMBRE 2020
quarta rata 15 OTTOBRE 2020
quinta rata 15 NOVEMBRE 2020
   

 

Utenze domestiche

 

tempora voluptates delectus
Rata Scadenza
prima rata 30 GIUGNO 2020
seconda rata 30 LUGLIO 2020
terza rata 30 AGOSTO 2020
   


Il versamento in un'unica soluzione può essere effettuato per le utenze non domestiche entro il 15 giugno 2020, inoltre, per le utenze non domestiche oggetto di sospensione, il pagamento dell'intero acconto TARI 2020 in unica soluzione può essere differito al 15 novembre 2020.              

 

Il versamento in un'unica soluzione può essere effettuato per le utenze domestiche entro il 30 giugno 2020.

 

Il saldo TARI 2020 verrà emesso sulla base delle tariffe approvate per l'anno 2020: su questo nuovo documento verranno indicati l’importo e la data di scadenza del pagamento che sarà successiva al 1 dicembre 2020  (art. 13, comma 15 ter, D.L. 201/2011 come modificato dall’art. 15 bis del D.L. 34/2019).

 

Gli avvisi di pagamento contengono tutte le informazioni necessarie per effettuare il corretto versamento (modalità, scadenze, ecc.) e tutti gli elementi utilizzati per il calcolo del dovuto (superficie, categoria, componenti, tariffa applicata, riduzioni, ecc.) e sono recapitati agli utenti a mezzo posta o via mail o PEC.

All’atto del ricevimento dell’avviso di pagamento è necessario verificare l'esattezza dei dati riferiti all'intestazione, al codice fiscale e/o partita IVA e segnalare eventuali errori. 

E’ possibile verificare la correttezza delle informazioni riportate sull’avviso di pagamento contattando gli uffici via mail o telefonicamente al numero verde 800 184 913.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare gli uffici e la modulistica necessaria per effettuare le correzioni è disponibile sui siti www.amiu.genova.it oppure www.comune.genova.it.

 

E' possibile richiedere l'invio telematico delle comunicazioni e degli avvisi di pagamento TARI utilizzando il relativo modulo allegato. 

 

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il pagamento della TARI si effettua con il modello F24:

  • presso gli sportelli di Poste Italiane e le tabaccherie sul circuito Banca 5, utilizzando il codice a barre presente in fondo a ogni modello F24 allegato all’avviso che consente di acquisire automaticamente tutti i dati senza bisogno di digitarli;
  • online, inquadrando con lo smartphone il QR Code riportato sul retro dei modelli F24, che consente il pagamento tramite carta di credito. La quietanza del pagamento verrà inviata direttamente sulla casella di posta elettronica indicata in sede di pagamento;
  • online (tramite home-banking o Portale dell’Agenzia delle Entrate) indicando il codice IDENTIFICATIVO OPERAZIONE prestampato sui modelli F24 semplificati allegati all’avviso di pagamento che si intende pagare;
  • presso gli sportelli bancari.

 

In caso di ritardato od omesso pagamento del tributo, previo invio del documento di sollecito, si applica sull’Avviso di Accertamento la sanzione del 30% secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 695, della L. 147/2013 e dall’art. 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.

 Ai tributi e addizionali dovuti sono inoltre applicati gli interessi, calcolati al tasso legale vigente al primo gennaio di ciascun anno di tassazione maggiorato di un punto percentuale (art. 33 del Regolamento TARI).

 

Per l’omessa o infedele dichiarazione ai fini della TARI viene applicata una sanzione così come disciplinata dall’art. 28 del Regolamento sulla TARI, in base alla diversa casistica in cui rientra l’utente.

 

In caso di temporanea situazione di oggettiva difficoltà economica, il contribuente, previa istanza motivata e documentata, può richiedere la dilazione del pagamento entro la scadenza del documento che intende rateizzare (art. 34 del vigente Regolamento TARI).

 

Allegati
Ultimo aggiornamento: 01/07/2020