Contenuto

La nuova Imposta Unica Comunale (IUC) introdotta dall’art. 1, comma 639 e seguenti della L. 147/2013, si basa su due differenti presupposti impositivi, uno costituito dal possesso di immobili, l’altro collegato alla fruizione di servizi comunali e si compone di tre diverse forme di prelievo:

  • Imposta Municipale propria (IMU), dovuta dal possessore di immobili cioè dal proprietario o titolare del diritto reale sugli stessi, escluse le abitazioni principali ad eccezione di quelle accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9 per le quali l'imposta resta dovuta
  • Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI), dovuta dal possessore o dall'utilizzatore dell'immobile, comprese le abitazioni principali come definite nella normativa IMU
  • Tassa sui Rifiuti (TARI) destinata alla copertura integrale  dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, dovuta dall'utilizzatore o dal possessore dell'immobile.

Normativa statale

L. 27 dicembre 2013, n. 147, art. 1, commi 639, da 641 a 668, 682, 683, 686, 688, 689, da 691 a 702, 704
Legge con cui è stata istituita la IUC a partire dal 1° gennaio 2014
D.P.R. 158/1999

“Regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani.”

Atti del Comune di Genova

Ai sensi di legge, il Regolamento per la disciplina della Tassa sui Rifiuti (deliberazione n. 34 del 22 luglio 2014 modificato con deliberazione n. 28 dell’8 luglio 2015) ed il Piano Finanziario (deliberazione n. 29 dell’8 luglio 2015) sono stati approvati dal Consiglio Comunale.
In base al Regolamento ed al Piano Finanziario, le tariffe della tassa sono state determinate dal Comune di Genova, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 9 luglio 2015, sulla base dei parametri previsti dal citato D.P.R. 158/1999 e sono articolate per fasce di utenza domestica e non domestica (negozi, pubblici esercizi, attività artigianali e industriali, uffici, ecc.).
Con il Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 80/2000 sono determinati i criteri di assimilazione dei rifiuti speciali agli urbani.
Le tariffe ed il regolamento TARI  sono consultabili anche sulla sezione TARI del sito di AMIU e sul sito del Ministero dell’economia e delle finanze

Allegati

Regolamento per la disciplina della tassa sui rifiuti (TARI)


Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 34 del 22/07/2014


Modificato con deliberazione del Consiglio comunale n. 28 del 08/07/2015
Modificato con deliberazione del Consiglio comunale n. 19 del 19/04/2016
Modificato con deliberazione del Consiglio comunale n. 9 del 27/02/2018

 

Modificato con deliberazione del Consiglio comunale n. 25 del 21/04/2020

In vigore dal 14/05/2020


Testo corredato con link alla normativa

 

Ultimo aggiornamento: 27/05/2019